Pizze e gelati: ecco le guide ai «templi»

Arrivano in libreria due nuove guide del Gambero Rosso. Si tratta di volumi monografici dedicati ai templi italiani di due alimenti molto popolari: la pizza e il gelato. Il primo, «Pizzerie d’Italia» (pagine 216, euro 12) raccoglie oltre duecento indirizzi dal Piemonte alla Sicilia nei quali gustare margherite e marinare doc. Una dozzina i locali laziali segnalati: quattro sono nella provincia di Latina, dove la vicinanza con la Campania evidentemente influisce sulla qualità della pizza, e otto a Roma: locali per lo più popolari, come Giacomelli, Panattoni (alias «l’obitorio»), il Buchetto, ma anche più modaiole come Pi.Nap. Dove Roma e dintorni la fanno da padroni è nell’appendice dedicata alle pizze al taglio: dei 24 indirizzi segnalati, tredici sono nel Lazio e ben undici solo a Roma. Prima tra tutte «Pizzarium» in via della Meloria. Il secondo volume, «Gelateria d’Italia» (216 pagine, 12 euro) raccoglie le 190 gelaterie che secondo i curatori sono le migliori d’Italia: sedici sono nel Lazio e di queste 14 a Roma. Tra esse ci piace segnalare Pellacchia, San Crispino e Al Settimo Gelo, per le quali condividiamo l’entusiasmo dei curatori.