Al The Place un «poker» di promesse

Gran finale per il «City Music Lab». Stasera il The Place (via Alberico II) ospita la serata conclusiva del concorso per musicisti emergenti. Dopo una lunga fase eliminatoria, che ha visto sui palchi di Roma, Firenze, Bologna e Milano tanti cantanti e tanti gruppi interessanti, la giuria di qualità ha scelto i quattro finalisti. Sul palco si alterneranno Lubjan (una sua canzone è già stata scelta per lo spot televisivo di una nota casa automobilistica), Cristian Grassilli, Mark Jones e la Madre Nave delle Nuvole, Stardog. Ci sarà anche Michele Ranieri, spinto in finale dal pubblico che lo ha votato sul sito della manifestazione. L’artista premiato dalla giuria vincerà una borsa di studio da 2000 euro e potrà girare un videoclip, poi trasmesso sul canale Music Box. Il premio del pubblico, assegnato con i voti di chi stasera interverrà al The Place, consiste invece in buoni per strumenti musicali offerti da Zildjian ed Ernie Ball. La serata finale sarà condotta da Alessandra Casale e Giorgio Bulgarelli, presidente del competente Gruppo d’ascolto che ha selezionato i partecipanti alla sezione romana del concorso. Ospiti della serata saranno I Cosi, con il loro progetto musicale fondato sulla melodia, sul divertimento, sullo stile e sul rock’n’roll. Il bizzarro nome è stato suggerito da Morgan in occasione di una delle loro prime esibizioni. Il "City Music Lab" ha proposto al pubblico del The Place un gran numero di musicisti interessanti. Tra quelli che non sono arrivati alla finale, meritano certamente attenzione Massimiliano Gagliardi, autore di canzoni scatenate e coinvolgenti, Fabio Cinti, legato a sonorità elettroniche che ricordano la new wave dei primi anni '80. Il premio è l’ulteriore prova dell’attenzione che il direttore artistico del The Place, Antonio Pascuzzo, riserva alle realtà più interessanti della giovane nostra scena musicale.