THE PLACE La stagione finisce in «jam session»

Chiude alla grande la stagione del The Place. Il locale di via Alberico II ospita oggi e domani una jam-session con gli artisti che più spesso hanno calcato il suo palco. Spettacolo a sorpresa, dunque, con Patrizia Laquidara, Ivan Segreto, Rocco Papaleo, Joe Barbieri, i Garage 63 (Emiliano Pari, Marco Monaco e Patrizio Sacco) e i Rossoantico del direttore artistico Antonio Pascuzzo. Direttamente dal piccolo schermo, ci sarà anche la protagonista di X Factor Ilaria, che prima della ribalta televisiva era già un volto noto al The Place.
Come spiega lo stesso Pascuzzo, «gli artisti si incontreranno la mattina di martedì (oggi) e inizieranno a conoscersi e a provare assieme, senza copioni. Dopo una giornata di prove, dalle 19 sarà consentito l’accesso al pubblico. Alle 20 ci sarà la cena, poi si seguirà Italia-Francia e dalle 22,45 musica in libertà. È il nostro modo per chiudere una stagione che ci ha regalato momenti meravigliosi e per ringraziare tutti quelli che li hanno condivisi con noi». Il biglietto, valido per entrambe le serate, costa 20 euro.
E di momenti davvero intensi il pubblico del The Place quest’anno ne ha vissuti molti. Musica raffinata con Enrico Ruggeri e Luca Barbarossa, Sergio Caputo, Ivan Segreto, gli Avion Travel, Eugenio Finardi, Patrizia Laquidara, Tuck & Patti, il grande chitarrista americano Michael Landau. La scoperta di giovani artisti dal talento sorprendente che più di una volta sono tornati in Prati, trovando ogni volta un pubblico più numeroso: è il caso della valdostana Naif e dei suoi fidati musicisti Momo e Neda, capaci di presentare uno spettacolo coinvolgente; dei romagnoli Jang Senato, autori di un pop raffinato; dei tanti musicisti che si sono alternati sul palco per il «City Music Lab», concorso per emergenti che ha premiato la padovana Lubjan, diventata beniamina del pubblico romano, e Michele Ranieri, che del The Place è una colonna portante. Altro evento di spicco, la presentazione dell’antologia di Pino Daniele, che a via Alberico II ha radunato le sue storiche band offrendo un concerto memorabile.
A rendere unica una stagione ricca, l’intuizione di Antonio Pascuzzo, che ha pensato di trasmettere in diretta tutti i concerti via internet. Utilizzando la tecnologia dello streaming video, chiunque, collegato al sito del The Place, ha potuto assistere agli eventi musicali. La vera impresa, a ben vedere, sarà mettere in piedi una nuova stagione all’altezza, o superiore, di quella che si conclude in questi giorni. Ma sicuramente lo staff del club romano sta già lavorando in tal senso. Con l’idea fissa di non limitarsi ai concerti al chiuso, trovando uno spazio estivo per portare i propri artisti anche sotto le stelle dell'estate romana 2009.