Al Planetario si spia la «vita» nel cielo

Roberto Zadik

Con l’arrivo del nuovo mese le iniziative non mancano di certo, specialmente per gli appassionati di scienza e astronomia. Infatti fino al 28, al costo di 3 euro (con riduzioni fino a 1,50 per minori di 18 anni e ultrasessantenni), il Planetario ospita incontri e conferenze riguardanti i misteri del cielo.
Spostandosi a Brera, invece, è possibile osservare due tra i più importanti pianeti del sistema solare. Si tratta della Luna e di Saturno, visibili, clima permettendo, sabato alle 18.30 e alle 21, ne «Il Cielo da Brera», versando un contributo di 5 euro a persona, dall’istituto di Fisica Generale Applicata dell’Università degli Studi di Milano, via Brera 28. Il tutto si ripeterà lunedì prossimo (dalle 21 in poi). Per partecipare alle osservazioni è indispensabile prenotare (dal lunedì al venerdì 9-16 e sabato e domenica; 9-13) chiamando lo 02.4855331. Punto d’incontro è l’ingresso laterale di Palazzo Brera, via Fiori Oscuri 4, alle 18.25, per la prima osservazione e dalle 20.45 per accedere al secondo turno.
Tornando al Planetario: in questi giorni si passa da «Il cielo di febbraio» (dalle 15 e dalle 16.30), incontro tenuto dall’esperto Giovanni Turla, per arrivare a vere e proprie curiosità. Un esempio? Sotto la superficie di Marte si nasconde uno strato di ghiaccio. Di questo si parlerà martedì dalle 21, nella serata «Acqua su Marte», condotta da Luca Astori. Quanto mai insolita, anche, la presenza di geyser sul satellite Encelado. A raccontarlo, giovedì dalle 21 in poi, è il chimico Cesare Guaita, nella conferenza «Ghiaccio bollente attorno a Saturno».
Sabato 11 invece, al Planetario, avrà luogo «Il Pianeta della vita», discussione incentrata su nascita ed evoluzione di uomini, animali e piante sulla Terra. Nella stessa giornata, dalle 14, è previsto «La natura sensoriale dell’evoluzione» mentre domenica 12, dalle 15, Monica Aimone trasporterà i milanesi ne «Il cielo di Darwin». Tra le tematiche ci sarà posto anche per «La ricerca della vita extraterrestre». Ad aprire la serie di dibattiti, dalle 21 di martedì 14, la conferenza «L’origine della vita sulla Terra: È successo anche in altri luoghi?», tenuta dal ricercatore messicano Antonio Lazcano.