Platino e rame in rimonta

Seduta positiva per il platino, con i prezzi che hanno spuntato un progresso del 5% raggiungendo quota 1.250 dollari l’oncia. La spinta arriva dalla crescente domanda dell’industria automobilistica e della gioielleria. Bene anche l’oro tornato a 625 dollari l’oncia. Tra i metalli di base, il progetto di maxifusione tra Freeport-McMoran e Phelps Dodge ha sospinto i prezzi a tre mesi del rame a ridosso di 7mila dollari per tonnellata. Petrolio sempre debole e condizionato dalla mitezza del clima.