Plinio e Rosso: «Ora la sinistra solidarizzi con l’amico Cofferati»

Obiettivo: dimostrare quanto lontane, e litigiose, siano le anime del centrosinistra. Gianni Plinio il capogruppo di An torna all’attacco. Con un ordine del giorno che per l’ennesima volta potrebbe spaccare la maggioranza, Rifondazione comunista di qua, gli altri di là dalla barricata, più qualcuno in ordine sparso. La richiesta al consiglio regionale, una simile l’hanno presentata anche in consiglio comunale i consiglieri di Forza Italia Matteo Rosso e Giuseppe Cecconi, è di esprimere solidarietà al sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, contestato dall’estrema sinistra «per aver promosso una campagna a favore della legalità e per la tutela della sicurezza dei suoi concittadini». «Sono d’accordo con il “camerata” Cofferati quando sostiene che la legalità è condizione fondamentale per, poi, esercitare la solidarietà - dice Plinio -. Spero che anche il sindaco Giuseppe Pericu prenda esempio da Cofferati nel reprimere occupazioni abusive e immigrazione clandestina e nel far sgomberare campi zingari abusivi o nel contrastare lavavetri molesti. Imparino dal sindaco di Bologna anche il presidente della Regione Liguria Burlando e l'assessore Vesco che intenderebbero assegnare contributi e spazi ai centri sociali e assegnare case a immigrati». Ieri Pericu ha espresso la sua solidarietà. In attesa di Burlando.