Plinio (Pdl) chiede ai colleghi di rendere note le spese elettorali

Il consigliere regionale Pdl Gianni Plinio ha rivolto un invito ai colleghi candidati sia di centro-destra che di centro-sinistra a pubblicizzare le spese di propaganda elettorale sostenute nel mese di febbraio. «Sarebbe una importante e concreta risposta alle richieste di trasparenza che provengono dall’opinione pubblica - detto Plinio -. Per le spese elettorali sostenute dal singolo candidato nel mese di marzo e che non devono superare per Genova e Provincia il tetto imposto dalla legge di 35 mila euro è prevista una denunzia sulla base di una apposita normativa. Sarebbe, però, utile conoscere anche le spese sostenute dai candidati nel mese precedente a quello delle elezioni che sfugge alla rendicontazione obbligatoria per legge».