Plinio: «Pretestuoso chiedere un’inchiesta sul G8»

«È pretestuosa e strumentale la richiesta delle sinistre di istituire una commissione parlamentare di inchiesta sui fatti del G8 genovese del luglio di cinque anni fa»: è il commento del capogruppo regionale di An Gianni Plinio in merito alle polemiche degli ultimi giorni. «Infatti tutto quello che doveva essere accertato - spiega il capogruppo di An - come ha correttamente ammesso lo stesso Violante, è già avvenuto nell'ambito dei lavori della commissione di indagine allestita all'epoca del governo di centro destra mentre è tuttora in corso l'inchiesta della magistratura volta ad individuare eventuali responsabilità penali personali».
Secondo Plinio «è scandaloso ed inaccettabile che la sinistra cerchi di taroccare ed adulterare, ai fini della propria convenienza politica la verità su fatti drammatici di cui i migliori giudici continuano ad essere i cittadini genovesi».
Gli stessi cittadini - conclude Plinio - «che videro, con i loro occhi, chi erano gli aggressori e cioè i militanti violenti dei centri sociali ultra comunisti - di cui nel frattempo qualche caporione è diventato ben remunerato parlamentare della Repubblica - che misero a ferro e fuoco la città e chi erano gli aggrediti e cioè gli agenti delle forze dell' ordine che, con grande senso del dovere e con grave rischio personale, fecero del loro meglio per difendere Genova ed i genovesi da una ondata di violenza senza precedenti».