Plinio: «Subito un Cpt in Liguria»

Il gruppo regionale di An ha presentato una mozione affinchè la Regione Liguria solleciti la realizzazione di un Centro di Temporanea Permanenza in modo da fronteggiare l'immigrazione clandestina e «garantire concretamente il fondamentale diritto alla sicurezza dei cittadini».
«Solo le fumisterie ideologiche delle varie Heidi Giuliani e dei vari Caruso possono fare contestare i CPT - ha detto il capogruppo Gianni Plinio - Con la sicurezza dei cittadini non si scherza! Se si vuole velocizzare l'espulsione dei clandestini delinquenti è necessario dotare anche la Liguria di un CPT. La nostra Regione detiene, tra l'altro, il poco entusiasmante record nazionale quanto a percentuale di reati commessi da immigrati clandestini rispetto al totale dei reati perpetrati da extracomunitari. Nel 2004 per allontanare 800 immigrati clandestini dalla Provincia di Genova è stato speso un milione di euro di pubblico denaro impiegando due poliziotti per ogni clandestino fuori sede per tre giorni: denari che sarebbero stati risparmiati ed agenti di Polizia che non sarebbero stati allontanati dalle nostre strade se in Liguria ci fosse stato un CPT».
Attualmente almeno la metà dei detenuti del carcere di Marassi sono extracomunitari e il numero, visto l’aumento dei reati sul territorio, tende a crescere.