Pluralismo istituzionale A ognuno lo studio del proprio territorio

Lo studio della Costituzione e delle specificità storico culturali delle regioni d’appartenenza entrano da quest’anno nelle aule. L’articolo 1, comma 1-bis del decreto Gelmini sancisce infatti che saranno adottate iniziative per lo studio degli statuti regionali delle Regioni ad autonomia ordinaria o speciale, con lo scopo di promuovere la conoscenza del pluralismo istituzionale, definito dalla Carta costituzionale. Inoltre da quest’anno sono attivate, oltre a una sperimentazione nazionale, azioni di sensibilizzazione e di formazione del personale finalizzate all’acquisizione nel primo e nel secondo ciclo di istruzione delle conoscenze e delle competenze relative a «Cittadinanza e Costituzione».