Il pm Ingroia torna nel pool antimafia Si completa la squadra targata Caselli

Dopo tre anni in cui ne è rimasto fuori, il pubblico ministero Antonio Ingroia, che ha rappresentato l’accusa nei processi Dell’Utri e Contrada, è rientrato nella Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Lo ha deciso il procuratore Francesco Messineo, che ha chiuso il concorso per l’ammissione di quattro pm nell’organismo che coordina la lotta contro Cosa nostra. Rientrano in Dda anche Giuseppe Fici e Ambrogio Cartosio. Col rientro di Ingroia, si completa il ritorno dei pm vicini all’ex procuratore Gian Carlo Caselli, esclusi tre anni fa e fra mille polemiche dall’attuale procuratore nazionale Antimafia, Piero Grasso: erano usciti dalla Dda - sempre per aver superato gli otto anni - anche i procuratori aggiunti Roberto Scarpinato e Guido Lo Forte.