Pmi, al via la seconda edizione del premio «Le Tigri»

Il riconoscimento è dedicato alle aziende italiane che hanno sostenuto il «sistema Paese» in una delle crisi più complesse. Sono previsti un vincitore assoluto e quattro finalisti. Nel 2009 successo per l'azienda veneta Texa SpA (410 addetti in tutto il mondo)

Se il sistema Italia è riuscito a superare una delle crisi finanziarie globali più pesanti molto si deve alla vitalità, capacità di innovazione, visione strategica di migliaia di medie piccole e medie imprese, in grado di assorbire gli effetti scatenatisi su scala internazionale. Ma chi sono queste imprese? Che caratteristiche hanno, come hanno gestito la crisi? Con quali strumenti finanziari? A questo dinamico settore dell'imprenditoria italiana è dedicata la seconda edizione del Premio «Le Tigri», promosso da TickMark, società di revisione contabile indipendente, con il contributo di Banco Popolare (tra i primi cinque gruppi bancari nazionali) e di Segro (società leader nello sviluppo e investimento immobiliare in Europa) e con il supporto scientifico dell'Osservatorio Legislazione & Mercati di Cuoa Finance (Altavilla Vicentina) e di KilometroRosso (Parco Scientifico Tecnologico che sorge alle porte di Bergamo), che ha preso il via con la pubblicazione del bando di partecipazione.
Il premio «Le Tigri», lanciato lo scorso anno con una significativa adesione di oltre 50 Pmi, intende riconoscere e portare alla ribalta quelle aziende ed i loro manager che, pur in un contesto economico-finanziario difficile e a crescita nulla, sono stati in grado di reagire e di sviluppare la loro capacità di innovare e di trovare soluzioni economiche tali da far registrare positivi risultati finanziari.
La «Tigre» dell'edizione inaugurale del Premio, nel 2009, è risultata l'azienda veneta Texa SpA, con sede in Monastier (Treviso), in quanto sintesi di tutte le caratteristiche individuate e richieste dal format del Premio. Texa SpA è stata fondata nel 1992 dall'attuale presidente Bruno Vianello e dall'amico Manuele Cavalli ed opera nel settore della progettazione e produzione di sistemi multimarca di diagnosi, telediagnosi, analisi gas di scarico e manutenzione impianti aria condizionata per tutti i tipi di auto, moto, camion, veicoli agricoli ed imbarcazioni. L'azienda trevigiana ha realizzato nel 2009 un fatturato consolidato di circa 48 milioni di euro (in linea con il 2008) ed impiega 410 dipendenti in tutto il mondo.
«Realizziamo la seconda edizione di questa iniziativa con l'obiettivo di far conoscere e diffondere le strategie e i valori che contraddistinguono le Pmi italiane di successo, nell'intento di informare sui buoni modelli di fare impresa e gratificarne i risultati», ha dichiarato Lelio Bigogno, Amministratore Delegato di TickMark.
Le candidature potranno essere presentate sino al 15 maggio 2011, collegandosi al link www.premioletigri.com oppure al sito web di TickMark (www.tickmark.it) e seguendo gli appositi link. Sono previsti un vincitore assoluto e quattro finalisti. La cerimonia di consegna del Premio si terrà nel mese di giugno, La partecipazione all'iniziativa è gratuita.