Gli pneumatici invernali sono sinonimo di sicurezza

da Pracupola (Bolzano)

Come rovinarsi una settimana bianca: basta partire con gli pneumatici estivi, anche montati sul Suv più potente. Il delirio di onnipotenza del guidatore sfuma alla prima salita innevata: arrivati a metà l’auto inizia a slittare, le gomme non hanno più presa e occorre fermarsi. La salita prosegue, nel migliore dei casi, con un abile e delicato gioco di acceleratore. Si arriva in cima ma che fatica! Arriva la discesa: si deve procedere con molta cautela, quando si prova a frenare, le ruote si bloccano e la vettura inizia a pattinare a valle. Stessa auto, stessa salita, stesso guidatore, ma stavolta con pneumatici invernali o «da neve» (come sono erroneamente li definisce ancora il Codice della strada): il Suv sale in pochi secondi senza problemi, come fosse sull’asfalto, senza esitazioni. E la discesa? Silenziosa e rapida. Anche inchiodando, i freni e l’Abs rispondono, l’auto si ferma all’istante per poi ripartire senza slittare o perdere aderenza.
Per far capire la differenza tra pneumatici invernali, estivi ed estivi con catene, la Federazione gomma plastica-Assogomma e Federpneus, nell’ambito della campagna «Pneumatici sotto controllo-Inverno in sicurezza», ha fatto provare attraverso test pratici auto equipaggiate nei tre modi. Gli invernali consentono anche a guidatori non esperti di guidare su fondo innevato, ghiacciato o bagnato, in completa sicurezza, a differenza di quelli estivi, seppur con le catene montate.
In situazioni di emergenza, come in occasione di una brusca frenata, lo pneumatico invernale, oltre a mantenere il controllo del mezzo, riduce lo spazio di frenata di almeno 6 metri rispetto alle gomme estive con catene. In pratica, è la differenza fra tamponare rovinosamente l’auto di fronte o evitarla.
Prestazioni che dipendono dalla particolare mescola con cui viene costruito lo pneumatico invernale che, pur a basse temperature, mantiene le sue qualità di aderenza e affidabilità, che invece si riducono con quello estivo. La gomma invernale è performante non solo su neve, come generalmente si pensa, ma in generale a basse temperature, e su fondo bagnato.