Un po’ di metadone mediatico

Credo che la morte del professor Franco Scoglio dovrebbe convincere tutti i «media» (Tv, radio, giornali, settimanali etc. etc.) che è opportuno dare del «metadone» mediatico sia a tutte le trasmissioni che dalla domenica pomeriggio al sabato successivo mostrano persone «urlanti» quasi fossero lì a decidere i destini del mondo, sia a tutti gli articoli che possono scatenare le tifoserie quasi la loro squadra fosse vittima di congiure di palazzo o complotti.
Una cosa è la libertà di comunicare le proprie idee, un’altra cosa le «recite» alla Biscardi & C.!
Visto che viviamo in un’epoca dove le aziende si dotano di «Codice Etico»,Procedure sulla Riservatezza, Salvaguardia della compagine societaria (onde evitare possibili corruzioni o turbative di mercato, magari con qualche valigetta...), non si capisce perché il Moloch del calcio (inclusi i tanti avvocati difensori) non si debba adeguare alle regole cui devono sottostare gli «altri» comparti e settori della Repubblica Italiana che dovrebbe essere fondata sul lavoro e non sulle partite truccate, valigette 24 ore & C.
Saluti