Pochi accenni nel Corano

In epoca preislamica l’uso del velo è incerto, e nel Corano è richiamato solo sette volte. Durante la vita di Maometto non vi sono tracce che testimoniano un simile uso da parte delle sue numerose mogli. In genere si fa però risalire la rivelazione circa il velo al versetto 53 della sura 33: «Quando chiedete ad esse (le mogli del Profeta) un qualche oggetto, chiedetelo da dietro una cortina: ciò è più puro per i vostri cuori e per i loro». Esiste poi l’espressione «darabat al-hijab» cioè «ella mise il velo», a significare «sposò il Profeta»; solo le mogli di Muhammad potevano infatti portare il velo (XXXIII, 59), e questo perché le si distinguesse dalle altre donne, e perché fossero particolarmente rispettate dai fedeli, a cui peraltro il Corano faceva espresso divieto di sposarle in caso di ripudio o di morte del loro marito.