Tra pochi giorni l’interrogatorio

Sarà uno dei primi atti in comune, frutto della neonata collaborazione operativa tra i pm di Milano e Roma che conducono le inchieste sulle scalate bancarie. È l'interrogatorio che all'inizio della prossima settimana, i magistrati milanesi e romani faranno all'ex ad della Popolare italiana, Gianpiero Fiorani. Fiorani, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano dal 13 dicembre scorso, secondo quanto si è appreso, sarà sentito dai pm di Roma, Perla Lori, Giuseppe Cascini, Rodolfo Sabelli e da quelli milanesi, Francesco Greco, Giulia Perrotti ed Eugenio Fusco. In programma per i pm romani e milanesi anche l'interrogatorio di Gianfranco Boni, ex direttore generale dell'istituto di credito lodigiano. Intanto ieri alla Procura di Milano è stato sentito in veste di testimone Gilberto Benetton. A quanto si è appreso, Benetton è stato sentito per cinque ore dai pm Eugenio Fusco e Giulia Perrotti sui rapporti del gruppo Edizione Holding con Bpi, alla quale cedette la quota del 5% in Antonveneta nel pieno della battaglia per il controllo dell'istituto.