Pochi scambi a Wall Street

La giornata borsistica a New York è stata contrassegnata da pochi scambi e scarsa volontà di sfruttare le notizie economiche, nel complesso positive. Qualche stimolo è venuto da quelle aziendali, e sopratutto da Google che, di nuovo in rialzo di circa il 3%, ha raggiunto una capitalizzazione di 112 miliardi di dollari, seconda nella classifica solo a Chevron. In tensione Computer Sciences (più 17%) ai rumors di un interesse da parte di Lockheed Martin, mentre nel comparto tecnologico scende Qwest (meno 3,7%). Gli indici borsistici restano al di sotto dei livelli di lunedì. In fase positiva le Borse orientali, con Tokio che guadagna poco meno del 2%. Stesso trend per Hong Kong grazie alle performance di Hutchinson Wampoa (più 2,5%) e China Mobile (più 1,6%). In Europa positive solo Londra, Amsterdam e Zurigo. Su quest’ultima piazza è proseguito il rialzo di Ubs (più 3%), mentre nel mercato olandese brilla ancora Abn Amro (più 0,8%).