Podestà: «Ora basta, non sono Penati»

Due indizi non fanno ancora una prova. Ma ormai poco ci manca. Dopo la gaffe del sindaco Pdl di Milano Letizia Moratti che ormai spopola anche in versione rap su youTube («Votate Guido Penati») ieri a scambiare il candidato del centrodestra alla Provincia di Milano Guido Podestà con il rivale Filippo Penati è toccato a Raffaele Cattaneo, assessore regionale e fedelissimo del «celeste» governatore Roberto Formigoni. Tanto che ormai Podestà (nella foto) fa fatica a non pensare a una congiura. «Basta con questo vizio di chiamarmi Penati», ha sbottato ieri Podestà. «Anche perché mia moglie dice che sono molto più bello di lui». Tenera. Ogni scarrafone...