Podio negli 800 donne Ma «lei» diventa «lui»

Nuova Delhi. La 25enne mezzofondista indiana, Santhi Soundarajan (foto a sinistra), argento negli 800 metri ai Giochi asiatici di Doha, non ha ritirato il premio in quanto non è stato possibile certificare la sua femminilità. La medaglia gli è stata revocata in quanto l’atleta ha destato sospetti sul suo sesso al momento del controllo antidoping. In sostanza «lei» festeggiava la medaglia a Channai, suo paese natale, con il sindaco pronto a garantirle un vitalizio per la sua impresa, «lui» invece veniva squalificato dai Giochi Asiatici per non aver superato il «gender test»: lei, dunque, non è esattamente una donna, almeno non geneticamente.