Poesia-rebus tra i canti letterari

Francesco Gambaro

Non capita tutti i giorni di sentire una canzone di Fabrizio De André recitata da un attore del calibro di Massimo Mesciulam, o una poesia di Edoardo Sanguineti, peraltro inedita, musicata da un giovane compositore, come il genovese Massimo Pastorelli. Ed è proprio quello che succederà domenica prossima a Casa Paganini, a partire dalle 17.15, in occasione del terzo appuntamento del «Canto letterario» organizzato dalla fondazione Spinola col contributo della compagnia di San Paolo. La fondazione da quindici anni ormai promuove attività culturali in campo storico, artistico, ma soprattutto musicale, con la punta di diamante rappresentata dalla rassegna di concerti in piazza Santa Maria in Passione.
«Con la terza edizione del canto letterario - spiega Gianluca Spinola, governatore maggiore della fondazione - vogliamo continuare l'indagine del rapporto tra parola e musica, questa volta proponendo all'ascolto la poesia musicata italiana, dopo l'esperienza degli anni scorsi con i lieder tedeschi e le chansons francesi».
Il canto letterario nasce da un'intuizione del critico e musicista Giorgio De Martino, che si traduce in una sorta di contrappunto tra interpretazioni musicali e attoriali di grandi testi letterari. Così domenica a Casa Paganini sarà possibile ascoltare in forma cantata e recitata brani di Barbara Strozzi (Amor dormiglione), Sigismondo d'India (Vorrei baciarti o Filli), Claudio Monteverdi (Quel sguardo sdegnosetto), Francesco Rasi (Indarno Febo), Giovanni Paolo Costa (Amor disperato), Giulio Caccini (Dolcissimo sospiro), Francesca Caccini (Aria di Romanesca), Francesco Costa (Sciogliea la voce al canto), Antonio Brunelli (Tu piangi al mio partire), Pierluigi da Palestrina (Canzonetta), Luigi Tenco (Ho capito che ti amo), Gabriello Chiabrera (La violetta), Vincenzo Righini (Sei liriche) e Fabrizio De Andrè (Geordie).
E in quest'occasione verrà per la prima volta letta ed eseguita in pubblico una poesia - rebus di Edoardo Sanguineti, «Il sonetto del rebus sonoro».
Gli appuntamenti col canto letterario, già iniziati a metà novembre, si concluderanno domenica 7 gennaio. Ingresso libero.