Poesie e quadri nelle stazioni MM

Raffaella Regina

Chiedi a un milanese che cos’è la metropolitana e ti risponderà sicuramente che è il mezzo che usa per andare da qualche parte, al lavoro, a casa. Comunque un mezzo, semplicemente un mezzo. Antonetta Carrabs non la pensa così, lei, una poetessa che un anno fa si trovava ad osservare i treni «le arterie nel cuore pulsante di Milano», ha avuto l’idea di donare vita a questi luoghi. Il suo scopo quello di fermare per un attimo il passeggero metropolitano per portarlo vicino all’arte e alla poesia. Il progetto, possibile grazie alla collaborazione con Atm, si realizza con l’esposizione al pubblico, nelle aree sotterranee più ampie di alcune stazioni della metropolitana, di grandi poster montati su cavalletti bifacciali. Ogni poster rappresenta la replica di un capolavoro della pittura moderna, da Boccioni a De Chirico, sulla quale è stampata una poesia con la fotografia dell’autore. Prevista un’esposizione di 6 settimane, dal 17: le 20 opere si alterneranno nelle stazioni di Porta Venezia, Cadorna, Duomo, Rho Fiera e Centrale. «Così cercheremo di ravvivare il metrò - afferma Roberto Massetti, direttore generale dell’Atm - e di trasformarlo in luogo di cultura». L’inaugurazione si terrà nel sottopassaggio della stazione di Porta Venezia nei giorni di sabato 17 (dalle 16 alle 17, e dalle 17.30 alle 18.30) e di domenica 18 (dalle 10 alle 11 e dalle 11.30 alle 12.30). Durante questo week-end sarà presente anche un’attrice teatrale, Paola Lombardo, che interpreterà alcune poesie accompagnata da Elena Miliani al flauto traverso e da Serena Rinaldi alla chitarra classica.