Al poeta Yves Bonnefoy il «Pasolini 2005»

Alba Donati con la raccolta Non in mio nome (Marietti), Luciano Erba, con L’altra metà (San Marco dei Giustiniani) e Marco Guzzi, con Nella mia storia Dio (Passigli)sono i tre vincitori del premio internazionale di poesia «Pier Paolo Pasolini» 2005, nel trentennale della morte del poeta. Per la sezione Opera prima è stata selezionata la raccolta Ipapecuana di Claudio Cinti (Sinopia). Il riconoscimento internazionale è stato attribuito al francese Yves Bonnefoy, uno dei massimi esponenti della poesia mondiale, tradotto e pubblicato in Italia da oltre quarant’anni da tutti i nostri maggiori editori. Il nome del vincitore assoluto della sezione ordinaria sarà reso noto la sera del prossimo 1 novembre, nel corso della cerimonia di proclamazione al Teatro Argentina di Roma. Il premio Pasolini - che ha tra i suoi scopi di avvicinare le nuove generazioni al culto della poesia in un momento in cui i suoi più alti valori ideali appaiono emarginati o sopraffatti da quelli meramente economici e consumistici - è organizzato dal Comune di Roma - Assessorato Politiche Culturali e dall’Associazione Gli Amici del Mare, in collaborazione con la Provincia di Roma e dal Comune di Casarsa delle Delizie. Una copia di ogni volume partecipante sarà assegnata alla Biblioteca comunale di Casarsa, dove Pier Paolo Pasolini è sepolto.