Poker Barcellona, grande Henry Il Porto pareggia, Atletico fuori

Barcellona-Olympique Lione 5-2 (andata 1-1): 25' e 27' Henry, 40' Messi, 43' Eto'o, 45' Makoun; st 3' Juninho, 50' Keita.
Come a Lione decide l'ex juventino. Lancio di Marquez, il francese scatta in posizione regolare, Boumsong non può chiudere. Il raddoppio in 100 secondi, qui siamo sul filo del fuorigioco, sull'assist di Xavi Fernandez. Henry festeggia baciando il tatuaggio sul braccio con il nome della figlia: con 4 gol in questa Champions rincorre i capocannonieri Gerrard e Klose: 7 reti. A 6 c'è Leo Messi, grazie a un'azione personale fra le più belle dell'anno. Dalla destra passa fra due difensori, scambia con Eto'o, riceve e infila. Torna a segnare il camerunense, salvano l'onore lionese un colpo di testa di Makoun e un sinistro di Juninho.
Porto-Atletico Madrid 0-0 (2-2)
Spagnoli eliminati. Simao (Atletico) meriterebbe il rigore per fallo di Rodriguez; tre parate di Leofranco e un palo dei portoghesi nella ripresa. VZ