Poker di gol all’Aquila

Compitino prevedibilmente facile quello che ha dovuto svolgere ieri la Roma Calcio Femminile in occasione della ripresa delle «ostilità» dopo la pausa natalizia. Sotto una pioggia battente che a tratti ha reso scivoloso il terreno sintetico del campo amico di Riano Flaminio, le capitoline, nella penultima giornata eliminatoria di Coppa Italia, hanno battuto senza patemi (4-0 il finale portato a casa davanti ad un pubblico di un centinaio di irriducibili che hanno sfidato le intemperie) le abruzzesi dell’Ariete L’Aquila. Una partitella quasi di allenamento quella delle giallorosse, durante la quale (come spesso capita quando ci si trova di fronte delle compagini minori) è stato difficile trovare il ritmo giusto. L’ipoteca sulla vittoria è stata messa dalle padrone di casa già alla fine dei primi 45 minuti con il 3-0 messo in carniere grazie ai gol di Giovanetti, Olivieri e Mazzantini. La ripresa è servita solo a porre il sigillo, con la giovane Jole Volpi, sul 4-0. Ma Roma femminile significa pure beneficenza. E per una volta le ragazze del duo Cola-Serafini si sono trasformate in befane: l’hanno fatto venerdì scorso, portando doni ai piccoli ricoverati del «Gemelli», bissando l’iniziativa del 20 dicembre scorso quando una delegazione di «Babbe Natale» in giallorosso si è recata ai reparti pediatrici dell’«Umberto I»: una squadra vincente anche in bontà.\