Poker vincente al Premio Tenco

Sono state assegnate ai cantautori Paolo Conte, Francesco De Gregori, Enzo Jannacci e Morgan, le quattro Targhe Tenco 2005, riconoscimenti attribuiti ogni anno ai migliori autori di dischi della canzone d'autore. La premiazione si terrà nel corso del Premio Tenco, la rassegna della canzone d'autore in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 20 al 22 ottobre. In attesa che venga completato il programma, il Club Tenco, che cura l'organizzazione della rassegna, ha deciso di anticipare i nomi dei vincitori delle quattro Targhe. A Francesco De Gregori va la targa per il Migliore Album, «Pezzi»; il riconoscimento per la Migliore Canzone è stato assegnato a Paolo Conte per «Elegia»; Enzo Jannacci, con «Milano 3-6-2005» si afferma nella sezione Disco in dialetto; Miglior interprete è stato Morgan con «Non al denaro non all'amore nè al cielo» di Fabrizio De André.
In via eccezionale, invece, il Club Tenco ha deciso di non assegnare alcun riconoscimento nella sezione Opere prime, per un'eccessiva quanto inconsueta dispersione di voti che ha portato al primo posto ben cinque dischi ex aequo. «La giuria - spiegano dal Club Tenco - formata da un centinaio di giornalisti specializzati, ha espresso, nella categoria riservata ai dischi di esordienti, una estrema frammentazione nella votazione. Sono stati indicati moltissimi album, con pochi voti ciascuno (nessuno ha superato i dieci, ndr)». Tra i più votati ci sono cinque dischi che hanno ottenuto lo stesso numero di preferenze: L'Aura con «Okumuki», Veronica Marchi e Meg con i rispettivi album omonimi, Povia con «Evviva i pazzi che hanno capito cos'è l'amore» e Stefano Vergani con «La musica è un pretesto, la sirena una metafora». Dopo di loro, con un solo voto di scarto, moltissimi altri.