Polacco ubriaco non si ferma all'alt, travolge e uccide un'anziana

Operaio, 49 anni, aveva nel sangue un tasso alcolico quasi tre volte superiore al massimo
consentito dalla legge. Non si è fermato a un posto di blocco e nella fuga ha colpito il ciclomotore. Poi ha tentato di scappare a piedi ma è stato arrestato

Peschiera del Garda (Verona) - Aveva nel sangue un tasso alcolico quasi tre volte superiore al massimo consentito dalla legge V. M., il polacco di 49 anni che ha travolto e ucciso stamane una anziana in motociclo nel veronese. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine per aver collezionato in passato quattro denunce per ubriachezza, è stato arrestato per omicidio colposo e resistenza.  Lavorava come operaio per una azienda di Valeggio sul Mincio.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, l'uomo stava percorrendo a bordo di una Fiat Tipo la provinciale Villafranca-Valeggio quando è stato notato da una pattuglia della Polizia municipale di Castelnuovo del Garda che gli ha imposto l'alt. Per tutta risposta l'uomo ha saltato il posto di blocco e si è dato alla fuga a forte velocità. Al suo inseguimento si è posta l'auto dei vigili - che stava effettuando un servizio di pattugliamento nell'ambito del rafforzamento dei controlli nell'area gardesana - e quattro dei Carabinieri. Per evitare che il polacco accelerasse ulteriormente, mettendo a rischio l'incolumità degli altri automobilisti, le pattuglie lo hanno seguito mantenendo una certa distanza. A 500 metri dalla fine della provinciale, dove le forze dell'ordine attendevano l'uomo per bloccarlo, è accaduto l'incidente. Il polacco ha travolto l'anziana in motociclo, uccidendola all'istante. L'impatto è stato talmente violento che il motoveicolo, completamente accartocciato, si è piegato in due. Sceso dall'auto, il conducente ha tentato di scappare nonostante una vistosa ferita alla testa, ma è stato bloccato dai militari.