Polemica in Forza Italia, Podestà si dimette

Malumori in Forza Italia dopo la presentazione delle liste. Guido Podestà, coordinatore provinciale e candidato da Silvio Berlusconi a sfidare Filippo Penati alle elezioni provinciali del 2009, lascia «tutti gli incarichi di partito». «Sono venute a mancare - le sue parole ieri mattina - le condizioni necessarie per poter operare con entusiasmo». Poi una telefonata a Berlusconi e la posizione si ammorbidisce. In vista per lui, mormora qualcuno, un posto da sottosegretario nel prossimo governo se a vincere sarà il centrodestra. «Podestà - assicura la coordinatrice regionale Mariastella Gelmini - rappresenta un valore aggiunto per il partito e ne è stato anche uno dei fondatori. Credo che ci siano i margini perché il problema rientri». Intanto Tiziana Maiolo, che per le prossime provinciali ha chiesto primarie nel centrodestra, torna in corsa per Palazzo Isimbardi.