La polemica «Glob? Ributtante» Bondi boccia la tv di Bertolino

Si arricchisce di un nuovo capitolo la battaglia tra satira e politica. Nuovo bersaglio di critiche è «Glob, l’osceno del villaggio», trasmissione in onda domenica notte su Raitre. L’ultima puntata, con ospiti Ilona Staller, Massimo Cacciari e Stefano Bartezzaghi, non è piaciuta al ministro dei Beni culturali Sandro Bondi, che ha scritto al presidente della Rai Petruccioli e al direttore generale Cappon chiedendo «se sia eticamente corretto che un canale della tv pubblica trasmetta programmi così volgari e ributtanti». Un commento pesante, dovuto forse al servizio mandato in onda e inerente il ministro Carfagna. Bondi ha poi concluso il suo appello chiedendo di «restituire alla Rai la sua funzione di strumento di informazione ed elevazione civica e spirituale». La risposta da viale Mazzini è giunta nelle parole del direttore di Raitre Paolo Ruffini: «Mi pare che chiedere a “Glob” l’elevazione spirituale sia un po’ troppo». Anche il conduttore, Enrico Bertolino, si dice tranquillo: «Rispetto l’opinione del ministro, anche se forse ha usato toni un po’ eccessivi. Comunque nella puntata di domenica non mi pare ci fossero problemi». Da sinistra subito si sono levate voci che invitano Bondi a occuparsi «degli enti lirici disastrati piuttosto che di televisione».