Polemica Il presidente della Fiera «Milano? No, il Salone resta qui»

Il presidente della Fiera di Torino risponde alla proposta lanciata ieri dal Giornale, di spostare il Salone del libro da Torino a Milano. «Ormai ci siamo abituati - ha commentato Rolando Picchioni - ogni anno spunta qualche fachiro, qualche guru a dire che la Fiera dovrebbe passare a Milano. E senza fare critiche nei contenuti, ma solo per fare invidia. Oggi D’Alema, che è una persona generalmente parca di complimenti, l’ha definita straordinaria». Picchioni conclude la sua replica, perentorio, dal suo ufficio di vetro dal quale si vedono le masse di visitatori che lentamente si muovono da un padiglione all’altro: «Il concetto che si debba proporre iniziative di vendita dove si produce è arcaica e assurda, se Marchionne l’avesse seguita non sarebbe andata in America, ci vuole creatività, fantasia, poesia, cose che forse mancano a Milano se a Milano non è mai nato nulla di simile alla Fiera».