Polemiche roventi per il gay candidato a vescovo luterano

Fa discutere in Germania la candidatura a vescovo della Chiesa luterana di un alto prelato omosessuale. La scelta del vescovo di Schleswig è attesa per il prossimo 12 luglio, ma già molti criticano la candidatura di Horst Gorski, un teologo di Amburgo noto per il suo lavoro in aiuto della comunità gay del Paese. L’omosessualità di Gorski dà fastidio a molti luterani conservatori, secondo i quali una sua nomina priverebbe i fedeli della loro casa spirituale. «Molti membri della comunità avrebbero difficoltà ad accettare un vescovo con un simile stile di vita», ha commentato Ulrich Ruess, un pastore di Amburgo. Secondo altri, la nomina di Gorski danneggerebbe l’immagine della Chiesa fondata da Martin Lutero e ne indebolirebbe il potere.