La polenta

Il primo per antonomasia in Italia è la pasta, in tutti i suoi formati. Il risotto è un must al Nord, le zuppe un vanto della Toscana come la polenta lo è nel TriVeneto. Difficile avere dati sulla gloriosa polenta, bianca o gialla che sia. Muovendosi tra molini, molitori e commercianti si arriva alla conclusione che l'Italia produce 9,5 milioni di tonnellate di mais di cui un 2,1% viene destinato alla produzione di farina gialla per polenta. Il valore della produzione è quindi di circa 200.000 tonnellate (il mais importato va tutto all'alimentazione zootecnica e non in polenta). Se trasferiamo questo dato al consumo, il valore suona elevato, in quanto, pur tenendo conto che una parte viene esportata, il consumo pro-capite annuo risulta di 3,5 kg. Forse il forte consumo al Nord è sufficiente ad accreditare questa cifra.