Poli e Ballista, musica alle fiabe di Perrault

A salire sul palco saranno Pollicino, la Bella e la Bestia e l'elefantino Babar, accompagnati dalle musiche, ispirate proprio alle loro storie, di Maurice Ravel e Francis Poulenc. A dar loro voce sarà Paolo Poli, accompagnato al pianoforte da Antonio Ballista, nello spettacolo Favole, in scena questa sera alle 21.15 al Museo dell'Ottocento di Villa Reale, in via Palestro 16.
Il secondo appuntamento delle Serate al museo, promosse dal Comune di Milano, si apre così all'insegna del mondo dell'immaginario infantile e in particolare delle fiabe di Charles Perrault e di Marie Leprince de Beaumont, che hanno fatto il giro del mondo e che Collodi, dieci anni prima di dare alle stampe Pinocchio, ha raccolto nel volume «I racconti delle fate». Attratto dalle storie di Perrault, fu anche Ravel, che nei primi anni del Novecento compose la suite «Ma mère l'oye» (Mia madre l'oca), una raccolta di cinque pezzi per pianoforte dedicati a due bambini, Mimie e Jean Godebski, figli di una coppia di amici.
Il pubblico dello spettacolo potrà seguire le vicende di Pollicino, intento a ritrovare la via di casa, de La bella addormentata nel bosco, de La bella e la bestia, con l'incantesimo che trasforma quest'ultima in un aitante principe, e ancora dell'Histoire de Babar, le petit éléphanth (La storia di Babar, il piccolo elefante), messa in musica da Poulenc fra il 1940 e il 1945, su testo di Jean de Brunhoff. Poli porterà in scena le avventure di questi personaggi «supportato» da due bambole realizzate dallo scenografo e disegnatore Emanuele Luzzati, recentemente scomparso, in uno spettacolo che si muove alla riscoperta delle fiabe.
Favole
stasera 21.15
via Palestro 16 ingresso gratuito, l’invito si può ritirare questa mattina, dalle 9 alle 13, all'Urban center in Galleria Vittorio Emanuele (info: 0288456555)