Policlinico, maxi-furto di attrezzature

Singolare furto nel fine settimana al padiglione Alfieri dell’ospedale Policlinico. I ladri, infatti hanno preso di mira dei macchinari. Secondo quanto denunciato alla polizia ieri, infatti, il furto è stato commesso forzando un ingresso, in via Francesco Sforza, e prelevando, poi, dall’ambulatorio pediatrico, apparecchiature per esami endoscopici. Materiale non agevole da scegliere e trasportare e che probabilmente era ben conosciuto da chi lo ha prelevato. Così come il valore. Che, secondo quanto dichiaratao nella denuncia, ammonterebbe a una cifra altissima, non meno di 250mila euro. La polizia pensa infatti a un furto su commissione. E sta orientando le proprie indagini in questo senso.
Di fatto solitamente i furti negli ospedali sono di tutt’altro genere, quello «mordi e fuggi» per intenderci. Lo scorso maggio una 49enne italiana si era introdotta all’ospedale San Raffaele alla ricerca di una vittima da depredare. Dopo aver scelto il soggetto più indicato, la 49enne è quindi riuscita a sottrargli portafoglio e cellulare. Ma non è andato tutto come la ladra aveva previsto. E, bloccata dalla stessa vittima, la malvivente è stata poi arrestata dalla polizia.
A marzo un’altra donna, stavolta di 45 anni, aveva preso di mira i reparti degenza dell’ospedale San Luca, in via Spagnoletto (zona San Siro). Tuttavia, proprio mentre stava rubando la borsa di una paziente ricoverata nel reparto di cardiologia, la ladra è stata sorpresa dal personale dell’ospedale e per lei sono immediatamente scattate le manette.