Policlinico, il pronto soccorso trasloca

Altro trasloco al Policlinico. Da questa mattina inizia il ritorno nella sede originaria delle attività di emergenza-urgenza del Pronto Soccorso di via Sforza che, nel periodo estivo, erano state spostate in un prefabbricato poco distante. Come avvenuto a luglio, lo spostamento avverrà gradualmente e senza interrompere le attività sanitarie. Tuttavia è possibile che si verifichi qualche disagio nelle attese. Per alleggerire il lavoro dei medici, le urgenze saranno dirottate su altri pronto soccorsi.
«Nei giorni di trasferimento - spiega Basilio Tiso, direttore del dipartimento di emergenza-urgenza - l’attività di Pronto Soccorso sarà garantita, seppure a regime ridotto. Il 118 ci darà sostegno deviando le ambulanze verso altri ospedali.
Ai cittadini, come è già accaduto a luglio, chiediamo collaborazione, in particolare nei prossimi tre-quattro giorni (quelli del trasloco). Dopodiché, il Pronto Soccorso del centro di Milano tornerà a pieno regime».
Nel frattempo, nel mese di agosto, il vecchio padiglione guardia-accettazione ha subìto i lavori previsti che sono stati conclusi nel pieno rispetto dei tempi. Sono state demolite la vecchia astanteria e due parti laterali (per un totale di circa 600 mq) prevalentemente adibite a depositi e studi già liberati nei mesi scorsi.
L'edifico prefabbricato che ha ospitato le attività di emergenza-urgenza nei mesi estivi resterà aperto e verrà utilizzato per altre attività sanitarie presenti in passato presso il Pronto Soccorso (come ad esempio le degenze).