Politeama, la nuova stagione sfida anche la legge di gravità

Francesca Camponero

Il Politeama Genovese è il primo a presentare la sua tredicesima stagione che si aprirà il 20 ottobre con il musical argentino «Mina …che cosa sei?», dedicato alla grande cantante italiana. La conferenza stampa ha visto al tavolo degli addetti ai lavori oltre al Direttore artistico Danilo Staiti e a Savina Scerni anche la professoressa Margherita Rubino e l'assessore alla Cultura della Provincia Maria Cristina Castellani, che quest'anno avvalendosi anche della collaborazione della professoressa Carla Viale, inaugurano un ciclo (Ciclo dei Bonavoglia) che accosta il teatro alla filosofia con una rassegna di spettacoli, in cui grandi temi filosofici si muoveranno su percorsi paralleli per proseguire e poi incontrarsi infine in un punto all'infinito. Questa è la grossa novità del calendario del Politeama, che vedrà presenti i testi dei maggiori esponenti della filosofia contemporanea come Emanuele Severino, Edoardo Sanguineti, Massimo Cacciari, letti ed interpretati da attori di rilievo. Al termine di ogni piece, che durerà circa 40 minuti, farà seguito un dibattito.
L'assessore Castellani ha fatto presente come il teatro sia occasione per sollecitare l'attenzione verso le fasce più deboli della nostra società, sottolineando la presenza della Provincia nel sostegno alle persone assistite dalle associazioni di volontariato di presenziare gratuitamente agli spettacoli in cartellone. Questo per riconfermare la fiducia nel teatro e nella sua funzione che è quella di luogo privilegiato dove assistere agli spettacoli non è solo divertimento, ma momento di riflessione sul rapporto con se stessi e con gli altri. Il Direttore artistico Staiti ha illustrato il programma che prevede 33 spettacoli dal 20 ottobre fino al 5 maggio 2007, che si divide in tre fasce di tipologia: i musical, i comici e la danza. Tra i musical, oltre a quello già menzionato su Mina, ci sarà a dicembre il ritorno di «Jesus Christ Superstar», in versione italiana, per la regia di Fabrizio Angelini, a marzo ci sarà «Squali», una novità nata da un'idea di Paola Conte e Alberto Recchi, dove gli effetti speciali saranno parte fondamentale dello spettacolo. Sempre a marzo saranno in scena «Tootsie», per la regia di Maurizio Nichetti e con la partecipazione di Marco Columbro e Chiara Noschese, e «Alta Società» che vedrà nel ruolo di Grace Kelly la simpatica e brava Vanessa Incontrada.
Grande rilievo viene dato quest'anno anche alla danza che prevede spettacoli di ogni settore di questa disciplina. Verranno ripresi gli spettacoli che già lo scorso hanno riscosso grande successo che sono «Sun Flower Moon» dei Momix e «Pasiones», musical argentino che vede protagonista il tango. Novità assoluta per Genova sarà lo spettacolo «Aeros» per le coreografie di Daniel Ezralow, David Parsons e Moses Pendleton, che con i campioni olimpici della Federazione rumena di ginnastica stupiranno il pubblico con movimenti di danza che fanno pensare all'assenza di gravità per la leggerezza e l'atleticità con cui vengono eseguiti. Sotto le feste natalizie il Balletto di Mosca sarà sul palco prima con «La bella addormentata» e poi con «Schiaccianoci». Sempre nel periodo natalizio non mancherà l'esibizione della Baistrocchi, che da anni calca con gran riscontro di pubblico il palcoscenico del Politeama. Savina Scerni ha chiuso la conferenza stampa ricordando l'opportunità di sconto che viene data a chi deciderà di fare l'abbonamento alla stagione entro luglio, cosa già sperimentata lo scorso anno e che ha riscontrato successo.