La politica, Battisti e Mogol Tra petizioni e manifesti

La città tappezzata di manifesti con il volto di Lucio Battisti e le parole delle sue canzoni più famose: è l’iniziativa messa in atto da Casa Pound di Bari per celebrare l’anniversario della morte dell’artista, avvenuta il 9 settembre del 1998. Quasi contemporaneamente, in Toscana, Giulio Rapetti, più noto come Mogol (nella foto proprio con Battisti), ha fatto parlare di sé. E stavolta non per il suo sodalizio artistico con Battisti. Il paroliere è infatti entrato a far parte del comitato che si oppone alla costruzione di un porto turistico a Marina di Massa. Stavolta non ha vergato il testo di una canzone, ma ha firmato la petizione indirizzata al governatore Enrico Rossi.