«La politica in città pare un reality show»

«Altro che reality show... Ormai leggendo i giornali assistiamo ad uno straordinario “Mistero Buffo” e non per la candidatura di Dario Fo alle primarie del centrosinistra». Così ieri l’ex presidente della Provincia e candidato a Palazzo Marino Ombretta Colli è intervenuta sulle vicende della politica milanese. «Siamo alla farsa delle autocandidature. Dei se, dei ma, dei però. Veti incrociati, dichiarazioni di non gradimento, riserve che non vengono sciolte, tavoli, riunioni, pensatoi. Ma a Milano qualcuno ci pensa? Mi sembra proprio di no. Da una parte si pensa di costruire il programma sui successi della giunta Albertini. I successi in materia di traffico? Di inquinamento? Di edilizia popolare? Oppure i successi in materia di trasporto pubblico, con metropolitane irraggiungibili per anziani e disabili? Rientrati i cecchini di Veronesi, alcuni parlano di primarie e si candidano, ma nessuno parla di programma. Io continuo la mia corsa solitaria al servizio dei cittadini».