La politica delle banche e il caso Cariverona

Ben volentieri mi unisco al doveroso e gentile pensiero che, lo scorso 5 novembre, ha avuto «Verona Fedele» nel riconoscere i grandi meriti della Fondazione Cariverona ringraziandola vivamente per aver acquistato Castel San Pietro, con destinazione il Museo di arte contemporanea, e per aver destinato negli ultimi cinque anni qualcosa come trecento milioni di euro per ospedali, biblioteche, monumenti, chiese, aree dismesse, scuole, opere di solidarietà. Però mi permetto di fare due semplici domande alla banca di cui sopra. Primo: è disposta questa banca ad aumentare i miserabili interessi che assegna a coloro che le affidano, con fiducia, i propri risparmi? Secondo: è disposta, la stessa banca, ad aiutare chi deve sposarsi, chi deve costruire una casa, chi deve aprire un’azienda, chi rischia un commercio, chi deve comperare campi... abbassando gli esosi interessi che pretende?