Politica I «sindaci» del Pdl, i dubbi della Lega, la nuova Sinistra

Il Pdl annuncia i nomi di altri candidati sindaci scelti unitariamente dai partiti della coalizione di centrodestra in vista delle prossime amministrative. A Bargagli il portacolori sarà Marco Fausto Cevasco, a Crocefieschi toccherà a Bartolomeo Venzano, Massimiliano Cattapani a Davagna, Benedetta Biggi a Fontanigorda, Enrico Piccardo a Masone, Claudia Canepa a Mele, Fabrizio Galluzzo a Mignanego, Laura Piaggio a Rossiglione, Francesco Moresco a Serra Riccò. Per i Comuni del Tigullio, i «campioni» di Pdl e Lega saranno invece Luigi Oneto a Leivi, Claudio Magro a Moneglia, Fabrizio Podestà a Né, Roberto Fontana a Rezzoaglio, e Luigi Castagnola a Sori. Intanto la Lega in Liguria affronta il problema delle norme anticlandestini e stigmatizza quanto avvenuto sull’approvazione dell’emendamento presentato dal Pd alla camera sulla permanenza del clandestini nel Centri di identificazione e espulsione, approvato granze all’astensione di alcuni deputati del Pdl. «Esprimo profindo rammarico per l’atteggiamento tenuto dal Pdl nel merito - dice il segretario ligure Francesco Bruzzone - e per la trasversalità che lo stesso Pdl ha voluto creare con il PD e l’Udc su un argomento determinante per la Liguria come le norme per l’espulsione dei clandestini. Nei prossimi giorni chiederò un incontro con i vertici regionali del Pdl per ribadire una linea ligure comune di serio e fermo contrasto all’immigrazione clandestina sulla quale, ad oggi, la Lega è sola» Diventa difficile stringere alleanze programmatiche se su un problema di così grande impatto sociale esiste una divergenza politica».Intanto anche a sinistra si tenta di rifondare gli estremi. Prima uscita pubblica in Liguria della lista unitaria Sinistra e Libertà, ieri: sono state annunciate le prime due giornate nelle piazze delle province per il 18 e 19 aprile.