La strana mattanza sulla corsa al Colle

Dopo il ko della Pinotti, il caso Mafia Capitale colpisce altri candidati per il Quirinale: Veltroni e Finocchiaro

Roma - I bookmaker hanno già le quote sulle loro lavagne, ma le scommesse sulla corsa al Quirinale andrebbero sospese causa Roma gate . I nomi di alcuni dei personaggi in pole position per la poltrona di presidente della Repubblica che Giorgio Napolitano si appresta a lasciar libera puzzano già di bruciato per essere spuntati qua e là nell'inchiesta sul Mondo di mezzo che si è «magnato» Roma. Citazioni, sospetti, link con personaggi pesantemente coinvolti. Magari millanterie, di certo nulla di penalmente rilevante, ma un handicap forse incolmabile in una maratona per la quale bisogna avere fiato, pazienza e capacità di incassare i colpi bassi.

I cavalli azzoppati sono già tanti. La prima è stata Roberta Pinotti qualche settimana fa. Aveva una finestra con vista sul Quirinale ma la vicenda del passaggio avuto dal Falcon 50 del XXXI stormo dell'Aeronautica per andare da Roma alla sua Genova, l'ha chiusa bruscamente. E infatti non figura tra i nomi bancati da Paddy Power , bookmaker irlandese, come favoriti per il Colle. Però occhio: tra i meglio piazzati, dietro a Romano Prodi (dato a 8) e Stefano Rodotà (a 9), ci sono ben quattro personaggi tirati in ballo nel Roma gate : Emma Bonino (11), Walter Veltroni (11), Massimo D'Alema (17) e Anna Finocchiaro (26). È anche a loro che si riferisce Beppe Grillo quando dà la sua disponibilità ad accordi per il Quirinale: «Se viene indicata una persona né di destra né di sinistra ed è una persona perbene non c'è nessun problema, ma deve essere al di fuori di questo pantano».

Quello messo peggio è Veltroni. Il suo guaio si chiama Luca Odevaine, suo capo di gabinetto quando era sindaco, e uomo forte del «veltronismo», quella formula con cui si riassume una stagione della politica capitolina fatta di comunicazione, politicamente corretto, effimero, notti bianche e conti in rosso. Questo uomo pelato ed educato dal cognome impronunciabile, descritto da tutti come un funzionario efficiente e corretto, era il problem solver del sindaco, l'uomo delle emergenze. Ora è agli arresti con l'accusa di corruzione aggravata e Veltroni scrive a Repubblica parlando di «choc angoscioso e sconcertante». Probabilmente quello di vedere il Quirinale farsi sempre più piccolo.

Poi c'è la Finocchiaro. Donna volitiva e affascinante, con non pochi ammiratori anche a destra. La sua reputazione è sopravvissuta alla famosa spesa all'Ikea, con la scorta che si affaccendava a portarle le buste, ma non sembra attrezzata per resistere al sospetto di aver avuto contatti con Salvatore Buzzi, che in una intercettazione dice di averle chiesto notizie su un appalto sentendosi rispondere di lasciar perdere, «quella gara è già assegnata». «Io non ho mai incontrato né ho tanto meno parlato con questa persona, non so chi sia», replica la senatrice siciliana mentre con la manina fa ciao al Colle.

Più lieve la posizione di Emma Bonino, beneficiaria nel 2010 di un bonifico da 10mila euro ricevuto dalla cooperativa 29 Giugno per la sua campagna elettorale per le regionali. Una puntata a perdere per Buzzi, visto che sarà eletta governatrice la sua avversaria, Renata Polverini. D'Alema invece spunta, come da noi riportato ieri, in una conversazione intercettata dal Ros circa un anno fa, come possibile destinatario di pressioni a proposito di un fumoso affaire legato alla costruzione della Nuvola di Massimiliano Fuksas all'Eur. Chi sarà il prossimo?

Commenti

francesconeglia

Gio, 11/12/2014 - 09:28

Ma se fanno quello che vogliono, che bisogno c'è di farlo sapere?? Tanto poi cominciano a fare finta di sputtanarsi a vicenda e tornano a spartirsi, sempre tra di loro, le stesse cose di prima. Cosa cambia se il capobanda è la finocchiona, il mortadella o il baffino?? Il Presidente della Repubblica italiana dev'essere QUALCUNO a cui l'Onore gli cammina davanti, no uno a cui scheletri e scandali gli corrono dietro.

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Gio, 11/12/2014 - 10:06

Il prossimo inquilino che si stabilirà gratis nel Quirinale,forse non sarà un tesserato del P.D., ma probabilmente un ex democristiano di sinistra riposizionato in Scelta civica o N.C.D., onde perpetuare quella linea referenziale che è da tantissimi anni sponda degli amici e compagni di tavolate.

19gig50

Gio, 11/12/2014 - 10:30

Ma vi rendete conto? Questi vengono eliminati dalla corsa al Colle per aver intascato dei soldi mentre torna in corsa un prodi che ha partecipato alla rovina di una intera Nazione. Il Presidente se lo deve scegliere il popolo e non questa banda di mentecatti.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 11/12/2014 - 10:44

Prodi no? Va bene, allora sarà Stefano Rodotà!

odifrep

Gio, 11/12/2014 - 10:45

Avanti di questo passo, dovranno chiedere la disponibilità a qualche commesso del Quirinale se disposto ad assumere la carica di Presidente.

unosolo

Gio, 11/12/2014 - 11:01

eppure sembrava un messia , al primo intervento da eletta in parlamento , mi domando : dopo questi eccessi ci sarà una persona che presenti una legge che ci permetta di riprendere i soldi a noi sottratti su varie trovate anche geniali ? e una legge che vieti di passargli vitalizi e pensioni a chi ci ha frodati anche non sapendolo ma per aver sentito dire ? insomma nessuno ci darà indietro i soldi presi con stratagemmi concordati. e chissà quanti ancora gireranno di quei enormi e perenni appalti su lavori mai terminati o addirittura inutili.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 11/12/2014 - 11:21

,,,,pare mastrogeppetto......

Rossana Rossi

Gio, 11/12/2014 - 11:32

Ma non ci libereremo mai più da questi nomi e facce che stanno in Parlamento solo per mestiere e sicuramente ne hanno fatte di cotte e di crude pro domo loro rubando e intrallazzando a man salva alla faccia nostra e mandando questa povera Italia in rovina? Basta via questi ladroni oramai da noi già arricchiti, mi sapete dire che meriti hanno????????

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 11/12/2014 - 11:39

veltroni o finocchiaro?no grazie

nerinaneri

Gio, 11/12/2014 - 11:57

...e meno male!...

angriff

Gio, 11/12/2014 - 12:26

L' inchiesta Mafia capitale ha tanto l' idea di un regolamento di conti,una guerra per bande.

aitanhouse

Gio, 11/12/2014 - 16:01

cosa volete? cosa pretendete? ma siete impazziti o vivete su marte? la casta dovrebbe eleggere un presidente che sia fuori dalla stessa? poveri italiani , andate a leggere le fiabe prima di addormentarvi, avete creduto che questi si taglieranno le p... eliminando il senato, che questi avrebbero chiuso le province, che questi sarebbero intenzionati a fare riforme...e poi avete dimenticato tutto con solo 80 euro di mazzetta al mese.Illusi! fin quando non ci ritroveremo neppure un euro per un pezzo di pane , e sembra proprio che la troika ci stia spingendo in questa direzione, non ci sveglieremo ....

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 11/12/2014 - 16:34

Chi ci sarà dietro tutto questo pandemonio ? Chi è capace di alzare tanto polverone ? Sicuramnte uno che ha molta esperienza, tipo mortadella ad esempio. Questa volta avrà pianificato per bene per non farsi sfuggire la poltroncina.