Chi vuole arrestare Berlusconi

Allarme sull'assalto delle toghe rosse: "Se accade, fate la rivoluzione"

«Se mi arrestano, fate la rivoluzione». Sono parole di Silvio Berlusconi, pronunciate ieri dal palco della convention degli amministratori di Forza Italia. Una battuta, un timore o un sospetto? Berlusconi è uomo che ama scherzare su quasi tutto ma non sulle libertà (non solo la sua), per cui escluderei la prima ipotesi. Evidentemente in qualche procura, direi nelle solite procure, qualcuno non ha perso la speranza di realizzare il sogno che insegue da oltre vent'anni: togliere fisicamente di mezzo il leader del centrodestra. Non importa come, tutto è lecito, pure l'illecito.

Del resto neppure il più ottimista dei berlusconiani solo tre anni fa, nel pieno dell'offensiva giudiziaria (prima condanna definitiva e caso Ruby) poteva immaginare che nell'estate del 2015 Berlusconi fosse ancora in grado di fare da collante a uno schieramento politico alternativo, e potenzialmente vincente, alla sinistra. Digerite le scissioni (suicide per chi le ha innescate), gestiti malumori e sbandamenti di prime e seconde file, superato lo choc del ciclone Renzi, tra i moderati sta tornando dopo tanto tempo una visione politica forte e, cosa che non guasta, l'ottimismo. Nell'offerta politica sta per arrivare qualche cosa di nuovo, e a noi poco importa se questo manterrà il nome di Forza Italia o si chiamerà pizza e fichi, quante facce nuove e quante note saranno chiamate a farne parte: è un dibattito che appassiona, e spaventa, gli addetti ai lavori, non i cittadini che invece guardano alla sostanza più che alla forma.

Berlusconi, è vero, sta guardando anche oltre il perimetro in senso stretto e convenzionale del suo partito, il che non significa che abbia smesso di guardarci dentro. E la novità è che da fuori il recinto c'è chi sta girando intorno per capire, curiosare, compresi quegli elettori che da anni si astengono dal voto. Un nuovo centrodestra oggi si può fare, e non è certo quello abortito da Angelino Alfano, figlio non di accordi e progetti ma di tradimenti (per non parlare del movimento di Fitto).

Renzi e il suo governo hanno esaurito spinta e benzina ben prima del previsto. Per altri motivi il premier mai eletto potrà anche rimanere ancora in sella, ma la sua macchina da guerra ha imboccato un binario morto. Per questo probabilmente qualcuno sta pensando di arrestare Berlusconi. Cioè arrestare l'alternativa a un governo tutto tasse, ventriloquo della Merkel. Gli italiani non hanno mai fatto rivoluzioni, un po' per convenienza e un po' per codardia. Al massimo si sono accodati a quelle di altri. Ma questa volta, Dio non voglia che accada, potrebbe valerne la pena.

Commenti
Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 17/07/2015 - 15:46

La rivoluzione si doveva fare quando era al governo con maggioranza forte.Ha fallito.Da 3 anni brancola al 10% scavalcato dalla lega con cui ripresenterebbero un alleanza già sperimentata e fallita,senza contare che la lega con le pen vuole uscire dall'euro mentre SB con il ppe ci vuole restare.Indipendentemente da renzi e dal pd,SB è finito,la sua avventura è stata un illusione/inganno a cui la gente non crede più.Quì l'unica alternativa al pd oggi è il m5s,che non è di cdx ma ha i voti che il cdx aveva.Nessuno seguirebbe a fare la rivoluzione per sb,ciò no toglie che mi auguro non venga mai arrestato,non lo auguro a nessuno.L'unica cosa seria sarebbe riprendere ad appoggiare le riforme e permettere al paese di tornare al voto senza condannarlo alle ammucchiate di coalizione per sempre.Ma proprio quel 10% lo ha convinto che l'unica salvezza sarebbe il caos del proporzionale puro,senza vincitori.

Fab73

Ven, 17/07/2015 - 15:47

TRADOTTO: "Hei! Ma se lo sbattonmo dentro io finisco a zappare la terra!!! Minacciate la rivoluzione!!! Ne va del posto di Lavoro!!!". Dai Ale, che anche oggi la pagnotta del servo è guadagnata...

Ritratto di Zione

Zione

Ven, 17/07/2015 - 15:52

Povero Cavaliere, che viene sempre attaccato dagli immondi SUINI del Gaglioffume giudiziario; ma da saggio Statista e vero uomo di Giustizia non lascia il campo libero ai FELLONI tribunalizi; malgrado sia PERSEGUITATO con feròcia e Turpitudine, dai questi Grossi ISTRANZOS de sa Zustissia e dai loro Infami Compari, quei Fetentissimi CAPORALI del Giudiciume, triste retaggio di altri Disonorati LEGULEI, che vigliaccamente Infamarono anche il sommo Giurista Corrado Carnevale, giacchè andarono molto in bestia quei Cialtroni quando lo sentirono affermare con antica Sapienza che: “La forza della LEGGE deve Trionfare sulla legge della Forza”. -- Ma questa MAFIOSA Banda di Temerari “magistrati Mandrogne” Usurpatori di toghe, Distruttori dello STATO e della Libertà del POPOLO, non lo capisce ancora che le picche dei PROLETARI sono Smaniose di rimettersi al lavoro, per infilzare e far ballare qualche Diabolica TESTA ??? – A. V. G. -- (Associazione VITTIME del Giudiciume)

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 17/07/2015 - 18:10

Caro Silvio. Se tanto oltraggio troverà conferma, sappi che sarà la loro ultima porcata. Sarà la goccia che fare esplodere il FATO

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 17/07/2015 - 18:25

Dr Sallusti ha scritto un articolo con poco entusiasmo. Freddo, quasi distaccato. Si fa fatica persino a leggerlo tutto. Comunque, per quanto riguarda la rivoluzione, si spera proprio, come pensa anche lei d’altronde, che non sia una battuta. E nel 2011, se Berlusconi fosse stato l'uomo coraggioso ed onesto, che tutti gli elettori pensavano fosse, allora la rivoluzione sì che si sarebbe fatta. E che rivoluzione sarebbe venuta fuori! Ce n'erano di motivi validissimi. Tra l'altro, allora Berlusconi aveva più di mezz'Italia ai suoi piedi, quell'Italia che poi, per reconditi motivi, ma non tanto reconditi, ha distrutto, ben sapendo di farlo, sostenendo i tre governicchi, non eletti da nessuno, che sappiamo: Monti, Letta e Renzi fin'ora. Ma da lui sostenuti, portandoci così alla situazione gravissima odierna. E tra l'altro siamo invasi dai clandestini. (1 - continua)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 17/07/2015 - 18:27

...Dire dr Sallusti che "questa volta, Dio non voglia che accada, potrebbe valerne la pena", sinceramente mi lascia indifferente, perché ormai, e per colpa esclusivamnete sua, Berlusconi è un uomo completamente solo, quasi del tutto abbandonato dal suo elettorato. Che con dispiacere ed anche a malincuore, per non morire di disperazione, ha dovuto dirottare il suo voto verso Salvini o si è astenuto dal votare. Berlusconi invece ha seguito le giuste direttive della sinistra, a cui si era abbarbicato come l’edera, credendosi così lui in una botte di ferro e abbandonando tutti noi, suoi elettori, nel casino delle tasse, della perdita del posto di lavoro, della fame e pieni di clandestini, tanti questi da far diventare razzisti anche noi italiani. ...(2 - continua)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 17/07/2015 - 18:28

...E sono di ieri le prime rivolte popolari anti-clandestini. Invece lui, alla fine, come un qualsiasi utile idota, è stato ricompensato con un defenestramento dal parlamento (indegno di avere l’iniziale maiuscola), con una condanna e tenuto sotto minaccia ed agli arresti domicilairi. E’ a tutto questo che doveva portare la nostra iniziale “rivoluzione liberale”? Ah, Martino! Dove sei? E tutti i tanti altri veramente grandi liberali del primo momento di Forza Italia! Dove siete? No, proprio ora non è più tempo di fare rivoluzioni, soprattutto per conto di Berlusconi. Come si suol dire, chi è causa del suo mal, pianga se stesso. (3 - fine)

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 18/07/2015 - 00:12

@Agrippina- Renziano/a di ferro, eh?

buri

Sab, 18/07/2015 - 10:29

che fra i magistrati ci sia la vohlia di mandare Berlusconi in galera non è una novità e sicuramente ci sarà chi sta studiando il migliore modo per trovare una scusa per passare all'azione, che poi ci sia la rivoluzione, non ci credo, proteste verbali sì ma azioni di ribellione no,siamo troppo pecoroni,

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 18/07/2015 - 10:54

Ricordiamoci sempre comunque che i compagni sono sempre stati infidi. Il personaggio ( B ) è stato attaccato sin dal primo giorno della sua discesa in campo ponendolo sempre in uno stato di perenne difesa e fra attacchi di magistratura politicizzata e tradimenti a tutti i livelli non è stato possibile avviare operazioni di cambiamento. Oggi i fatti c'è ne danno conferma TUTTE LE ISTITUZIONI e LE CARICHE sono OCCUPATE dalla sinistra magistratura compresa. Dovrebbe andare a meraviglia perché possono fare quello che vogliono. Infatti lo fanno! Siamo al paradosso e alla follia pura. Ieri la polizia ha caricato delle famiglie ITALIANE per poter dare spazio a immigrati senza documenti, che non rilasciano le proprie generalità che chissà quanti assassini, tagliagole e delinquenti nascondono. Questo rappresenta adesso la sinistra in Italia! La difesa dei privilegi ad altronanza con annessi i loro interessi economici da difendere.

Prameri

Sab, 18/07/2015 - 11:57

Gli italiani, appena meno dei greci, siamo in completa decadenza. Non siamo capaci di fare rivoluzioni e non ne abbiamo la minima voglia. Vivacchiamo. Ci adattiamo per sopravvivere e scomparire senza traumi. Non è Sallusti che ha scritto un articolo con poco entusiasmo. E' l'entusiasmo che in Italia non è di casa. La grande rivoluzione romana contro gli immigrati ha un motto simbolico quasi come 'Viva V.E.R.D.I' Il motto è "Accoglieteli più in là, lontano dal nostro quartiere". I grandi personaggi, nella lunga storia della ex nostra penisola, sono tutti accomunati da un buon inizio e una mala fine. Forse per questo giustamente il papa ha ventilato un suo precoce ritiro fra chissà quanti anni. %

Prameri

Sab, 18/07/2015 - 11:58

Un futuro papa lascerà l’Italia col suo seguito di clero accompagnato o nubile o pedofilo quando la bandiera islamica avrà superato il Crocifisso. Il papa è come quel grande sacerdote che cercava di convertire i cristiani al culto tradizionale civile di Giove, di Minerva, di Apollo. Niente da fare. Gli antichi cristiani si facevano ammazzare piuttosto. . Sono stati una forza irresistibile. Gli islamici ora non solo si fanno ammazzare ma ammazzano pure con facilità. Sono irresistibili. Loro controlleranno l’Italia, con uno scritto meno sofisticato ma con una pratica più rozza e più sana. %

Prameri

Sab, 18/07/2015 - 11:58

Mussolini, se avesse cambiato marcia dopo i primi dieci anni di dittatura abusiva, sarebbe stato ricordato da tutti in modo positivo. Impossibile, mancavano allora le condizioni, la mentalità, la preveggenza del futuro. Renzi ha iniziato la propria caduta irreversibile. Berlusconi è stato pieno di soldi, di grandi idee nuove, di imprudenze, di sbagli, di traditori. Ora la Pascale gli fa da portavoce. Siamo finiti. Dateci Salvini!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 18/07/2015 - 12:31

euterpe,come no,fin nel midollo.

lorenzovan

Sab, 18/07/2015 - 13:19

prameri..."dateci salvini"...come dire..al peggio non c'e' fine..oppure dalla padella alla brace...lolol

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 18/07/2015 - 17:30

Se finisce in galera è perchè nei gradi di giudizio si è riusciti a dimostrare che ha pagato le testimoni del suo processo. Per molti che scrivono in questo sito una cosa da poco, una marachella .....P.S. - Ma tutti questi milioni a Ruby chi glieli ha dati? E perchè?'

thelonesomewolf97

Sab, 18/07/2015 - 18:52

AGRIPPINA - POVERACCIA!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 19/07/2015 - 11:21

Non è il caso di scherzare. Berlusconi finirà in galera, questo è certo. Non manca niente: il livore beghino di certa gente (basterebbe guardare qua dentro), certi procuratori che vorrebbero far felici moglie figlia parenti ed amici, il grillame ormai rappresentativo della generale idiozia italiota, i bananas democratici anch'essi ansiosi di una Piazzale Loreto rivista ed aggiornata sono elementi che produrranno l'evento. Altri piccoli idioti qua dentro continuano a dire che nei cent'anni che il B. è stato al governo non ha fatto niente. Speculano, come GrilloBeppe, sull'indolenza di chi non va a controllare, ignorano personaggi come Fini Casini etc, ignorano i poteri del PdC. E sopratutto dovrebbero ricordare la sua maggiore virtù che poi è la ragione per cui lo arresteranno: ha impedito ai comunisti (sissignori) di trasformare l'Italia sin dal 1994 in un regime come Cuba e Corea del Nord: regimi che a questi poveretti biliosi sarebbero piaciuti moltissimo.