92 anni va in procura contro Banca Etruria

A 92 anni si è presentata personalmente alla procura di Arezzo per presentare il suo esposto per la perdita di 75 mila euro investiti in azioni e obbligazioni subordinate stipulate con Banca Etruria.

A 92 anni si è presentata personalmente alla procura di Arezzo per presentare il suo esposto per la perdita di 75 mila euro investiti in azioni e obbligazioni subordinate stipulate con Banca Etruria.

Elda Delfini, 92 anni di Foiano della Chiana, paese a 30 km di Arezzo ha poi raccontato la sua storia di ex obbligazionista. "A inizio ottobre 2015 mi consigliarono di sostituire i bot con le obbligazioni subordinate e mi fecero anche prendere cento azioni perchè l'operazione non si poteva fare sennò - racconta con lucidità la signora Elda - avevo 75mila euro che erano i risparmi di una vita, mi dissero che investiti così sarebbero stati più sicuri. Ora sono qui a presentare l'esposto insieme a mio figlio Domenico che segue la questione e insieme a mia nipote che è avvocato, per chiedere giustizia e riavere i miei soldi". La donna ha depositato la denuncia in procura al pool di magistrati, guidati dal procuratore Roberto Rossi, che nell'ambito del quarto filone di inchiesta, quello che lavora sull'ipotesi di reato di truffa, sta esaminando ogni caso singolarmente. Al momento sono oltre 200 le denunce presentate dai singoli risparmiatori.

Commenti

giovauriem

Ven, 19/02/2016 - 12:22

ritornerà con le pive nel sacco , ci vuole ben altro per farsi restituiti i soldi dalle banche , senza il botto non si ottiene niente .

amecred

Ven, 19/02/2016 - 12:33

I soldi li deve tirare fuori il bancario che ha fatto l'operazione. Sapeva quello che stave facendo. Imbrogliava una persona anziana, che ha sempre investito i suoi risparmi in titoli di stato senza rischio, facendole comprare titoli che non erano compatibili col suo profilo di rischio.

scimmietta

Ven, 19/02/2016 - 13:21

...."ma il mio babbo è un "uomo perbene" ... che sia "babbo" non c'è dubbio, che sia perbene .... lasciamolo dire alla nonnina ...

agosvac

Ven, 19/02/2016 - 13:55

Temo che essersi rivolta a quel Rossi coinvolto in rapporti di amicizia o quasi col padre della signora Boschi, non l'aiuterà di certo a riavere i suoi soldini!!!

joecivitanova

Ven, 19/02/2016 - 14:02

Io, sinceramente, a novantadue anni, contro Banca Etruria, non sarei andato in procura, no no; sarei andato dall'armaiolo!! G.

Giunone

Ven, 19/02/2016 - 22:46

Che pena questa storia... Domani 20/02 i truffati da Banca Etruria e raggirati dal salva banche si raduneranno a Rignano Sul Arno (FI) paese di Renzi Matteo, in specifico in Piazza della Repubblica dalle 10 alle 12 per il corteo funebre "è morto il risparmio". Prossima loro tapa è per il 28/02 a Laterina (AR) paese della famiglia Boschi, raccontano gli organizzatori "Risparmiatori Uniti" e "Difesa Risparmiatori Banca Etruria".