A.A.A. cercasi elettori

Allarme dopo il voto amministrativo, gli italiani disertano in massa le urne. Male Forza Italia, ma Renzi non ride: le sue chiacchiere non entusiasmano più

Non è rivolta, è rassegnazione. È il rumore di fondo di un Paese che non crede più a nulla, soprattutto alla politica. L'ultimo allarme arriva dalla Valle d'Aosta e dal Trentino Alto Adige. E altri segnali spuntano nei sondaggi sulle regionali di fine maggio. Siamo un popolo di elettori in fuga. Il crollo di Forza Italia è evidente. È inutile nascondere quello che sta accadendo, ma chi continua a tirare in ballo scissioni, beghe di partito, litigi e un centrodestra frammentato non vede la profondità del problema. La cura non può essere Fitto o un altro come lui. La crisi di Forza Italia è qualcosa che ha a che fare con il futuro. Non c'è più un orizzonte. Non c'è quello slancio che ti porta a immaginare una politica, manca un progetto che catturi l'attenzione dell'elettorato moderato. È per questo che non basta la somma algebrica dei partiti del centrodestra a cambiare la situazione. Non saranno le alleanze con Alfano o con Salvini, con la Meloni o con gli avventurieri sempre in cerca di un grande centro a risvegliare gli elettori perduti. La realtà è che nessuno di questi frammenti soddisfa la domanda che arriva dal basso. È per questo che il partito repubblicano diventa fondamentale per riconquistare un ruolo, un partito rinnovato non solo negli uomini ma soprattutto nelle idee.

Eppure la crisi di Forza Italia è solo il fenomeno più evidente e rischia di oscurare la disillusione nell'età del renzismo. Matteo non è più quello delle Europee del famoso 40 per cento. Il partito del non voto già allora era una potenza elettorale. E continua a crescere, inesorabile. In sei Comuni del Trentino Alto Adige addirittura non si è raggiunto il quorum per eleggere il sindaco. Sembra una rivoluzione silenziosa e anarchica contro il potere, contro l'uomo delle promesse, il giovane premier che parla sempre di futuro, quello che avrebbe dovuto portare l'Italia fuori dalla crisi e che siede a Palazzo Chigi solo per mancanza di alternative. È come se il premier - invece di stimolare l'ottimismo degli italiani - li stesse narcotizzando. Le sue chiacchiere sembra abbiano reso gli elettori abulici, senza speranza. Passati dall'innamoramento alla noia in meno di un anno. E piuttosto che rassegnarsi alla maledizione dello «stai sereno» gli italiani preferiscono disertare le urne. Insomma ora che Renzi si è preso il Parlamento sta perdendo il Paese.

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 12/05/2015 - 14:50

Nno si tratta, caro Tramontano, di mancanza di alternative. Piuttosto di calbraghismo di FI (e dei "ribelli" PD) al Senato, coadiuvato dall'effetto colla. L'alternativa è il voto politico.

Atlantico

Mar, 12/05/2015 - 15:01

Non era facile accomunare quel che è successo a Forza Italia a qualunque altro partito ma Tramontano è riuscito anche in questo, anzi ha voluto stravincere e ha accostato FI al PD ! :-)

gioet

Mar, 12/05/2015 - 15:50

Tramontano accostare il 36% del PD al 4% di fi e' negare l'evidenza ,cioe' il PD vince e fi scompare .quanto all'astensione Cameron ha vinto col 60% scarso dei votanti ma li hanno vinto i conservatori ed allora non conta!!!

DomenicoNoè

Mar, 12/05/2015 - 15:52

Fra i tanti problemi che stanno martoriando la nostra Italia, evidenzio una piccolezza linguistica. Però importante. Con dispiacere Vi segnalo un errore grammaticale che, invero, mai mi sarei aspettato di vedere ne "il Giornale", quotidiano che prediligo. "Cercasi elettori" è sbagliato! Infatti, "cercasi" è singolare, ma "elettori" è plurale. Pertanto, l'espressione corretta è: "Cercansi elettori". Purtroppo, molte persone fanno tale errore, però a me preme che "il Giornale" ne sia immune. Vi ringrazio per la Vostra cortese attenzione, e porgo cordiali saluti. Domenico Noè

m.nanni

Mar, 12/05/2015 - 16:21

non ci sono scusanti; il quattro per cento di FI è la conseguenza della mancata azione politica di Berlusconi. non si è spostato di un centimetro da Monti, dalla Fornero, da Letta, da Renzi, da Napolitano, e la mancata difesa dell'amico dittatorello Gheddafi, sono faccende che il popolo del centrodestraliberale FI non ha per niente digerito. e il tutto, come il nodo al pettine, torna alla memoria degli elettori.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 12/05/2015 - 16:36

GLI ITALIANI NON VOTANO PERCHE' I POLITICI PENSANO SOLO A LITIGARE E HANNO OCCHI DI RIGUARDO PER I ROM E GLI IMMIGRATI. GUARDATE COSA SUCCEDE COI PENSIONATI, SE NE SBATTONO TUTTI I CxxxxxxI, EPPURE SONO ITALIANI CHE HANNO LAVORATO E ADESSO NON CONTANO PIU' NIENTE. LA GENTE NE HA PIENE LE PALLE DI QUESTE INGIUSTIZIE E DI QUESTA IMMONDIZIA CHE CI CIRCONDA. ORMAI VIVIAMO NELLA E CON LA MxxxA, QUESTA E' LA REALTA'. CHE FUTURO HANNO GLI ITALIANI?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 12/05/2015 - 16:46

L'assenteismo elettorale è, sicuramente, l'ultimo dei problemi del PD. Pensate a quello che succede in casa del defunto partito FI. Ucciso dalle giravolte ideologiche del proprio Capo.

VittorioMar

Mar, 12/05/2015 - 18:27

Gli elettori ci sono ,sono i politici che mancano o che fanno e dicono cose che non interessano alla maggior parte dell'elettorato!Si deve tornare alla serietà dei comportamenti,a programmi fattibili e comprensibili!Altrimenti si vota l'emergente di turno!!

Guido Musco

Mar, 12/05/2015 - 20:40

Ovviamente non si parla del M5S, che è una forza alternativa allo schifo politico, con un progetto di società non solo alternativo ma che finalmente fa sognare. Altro che storie!

Ritratto di condor33

condor33

Mar, 12/05/2015 - 22:16

AAA Cercansi elettori

atlante

Mer, 13/05/2015 - 09:22

Da ex elettore di Berlusconi posso dire perché non lo voto piu ed i motivi della mia delusione. Un vero statista e leader, che aveva avuto nel 2008 il piu grande successo elettorale del Centrodestra in Italia, non avrebbe dovuto consentire che si facesse fuori Gheddafi, che ci garantiva dall'immigrazione selvaggia. Nè avrebbe dovuto consentire a quell'ipocrita di Napolitano di fare un colpo di Stato mandandolo a casa e sostituendolo con quella faccia di bronzo di Monti. Nè gli si può perdonare il sostanziale appoggio ai governi-vampiro di Letta e Renzi. Con la sua potenza mediatica avrebbe dovuto denunciare tutto questo. Se ha ceduto a un ricatto dei poteri finanziari, allora se ne andasse. Un leader non può essere ricattabile. Meglio Salvini, che non è ricattabile da nessuno.

Rossana Rossi

Mer, 13/05/2015 - 10:19

Davanti ad una casta vera e propria che fa solamente quello che vuole (vedi 3 governi NON ELETTI) e riempie di parole tasse e promesse disattese i poveri cittadini sarà ben difficile convincerli che il loro voto conti qualcosa.........

buri

Mer, 13/05/2015 - 11:22

se gli italiani disertano le urne, i casi sono due, oò èrimpo è che sono soddisfarri di come vanno le cose, ma allora perché tanti migugni? la seconda ipotesi è che sono così sfiduciari da essere rassegnati, e akkora hanno torto, invece di lamentarsi andate a votare pensate bene a fare la dscelta e votate, + l'unica possibilità esisyente per cambiare le cose sperando in mehlio

aitanhouse

Mer, 13/05/2015 - 12:51

breve ,concisa ,perfettamente aderente alla realtà,come sempre tramontano dimostra di sapere inquadrare la realtà del paese. Gli elettori che sfuggono le urne sono perfettamente giustificabili e comprensibili; la tragedia sta nel fatto che quelli che votano o lo fanno per bassi interessi collegati alla politica o perchè spinti da vecchi ideali ricollegabili a partiti dichiarati falliti dalla storia senza rendersi conto che stanno finendo di uccidere il paese col votare pd.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 13/05/2015 - 15:06

Egregio Tramontano, la crescita del partito del "non voto" non è una cosa ineluttabile piovuta da chissà dove, ha un padre ed una madre. E Berlusconi potrebbe rappresentare entrambi. Se, e dico se, Berlusconi dall'autunno 2011 in poi avesse avuto più riguardo per l'elettorato e per il mandato elettorale, probabilmente il centrodestra non sarebbe sparito e non sarebbe stata consegnata l'Italia in mano alla sinistra per i prossimi decenni. E mi pare che a tutt'oggi Berlusconi non dà dimostrazione di averlo capito. Quindi l'elettore che fa?

angelomaria

Mer, 13/05/2015 - 15:33

AAA CERCASI GENTE ONESTA MATURA CHE LAVORIPER LA NAZIONE!!!

angelomaria

Mer, 13/05/2015 - 15:34

MEGLIO POCHI SE?SANI!!!

angelomaria

Mer, 13/05/2015 - 15:42

GLI OBAMA NISTRANI E CIME LUI UNA NAZIONE CHEORMAI ALL'ESTERO NO VALE UNA CICCA STRATEGICAMENTE SIAMO BUONI SOLO PER GLI SBARCHI UN DEBITO CHE SE CI PENSI FAREBBE GIRARE LA TESTA DEL PIU GRANDE ECONOMISTA MONDIALE INVASI DATUTTI LATI I ROM PAGANO 50 EURO PER I LORO APPARTAMENTI ALTRI MILIONARI COI SOLDI DELLE SCOOMESSE SERIA A DOVREI SCRIVERE UN ROMANZO PER DESCRIVERE LA MIA AMAREZZA EPENA PER UNA NAZIONE CHE UNA VOLTA ERA LA TERZA NEL MONDO!!!#TAGSVEGLIA ITALIA