Accoltellata nella sua casa Preso convivente

La lite furibonda in casa. Poi le coltellate e la morte. Donatella De Bello, una donna di 48 anni, è stata uccisa mercoledì sera a coltellate nel suo appartamento di Corso Sonnino a Bari nel quartiere Madonnella. Sul posto, nella mattinata di ieri, sono intervenuti i carabinieri. Insieme ai colleghi della Scientifica che hanno effettuato un sopralluogo nell'appartamento. La donna presentava ferite da arma da taglio sulla parte frontale dell'addome, sul torace e sul collo. Il corpo è stato ritrovato con la testa infilata in un sacchetto di plastica.

Gli inquirenti hanno ascoltato per tutto il giorno in caserma amici, parenti e vicini di casa. Proprio da questi ultimi sarebbe arrivata la segnalazione decisiva: avrebbero udito infatti, nella serata di mercoledì, provenire le grida e i rumori di una pesante lite dall'appartamento di Donatella De Bello. Le indagini sono dirette dal pm di turno Giuseppe Dentamaro, della procura di Bari. In serata, dopo un lungo interrogatorio, è stato fermato con l'accusa di omicidio un uomo di 32 anni, che sarebbe il compagno della donna. Lunedì, sempre a Bari, era stata uccisa Anita, una donna polacca di 30 anni. Il compagno, un romeno di 44 anni, l'aveva picchiata perché non aveva lavato i piatti: ora è detenuto.