Accordo Landini-Colla, Camusso sperava in una proroga

Al neo segretario 7 posti in segreteria, 3 a Colla, Gianna Fracassi vice vicaria?

Il congresso nazionale del sindacato rosso terminerà sabato ma l’epilogo è già scritto dopo l’accordo della notte. La Camusso esce dalla segreteria nel peggior modo possibile dopo una relazione d’apertura che ha indispettito molti perché divisiva, pur avendo fatto appello all’unita, fredda e rancorosa. L’accordo dei due, Landini-Colla, forse velocizzato dal tentativo che avrebbero fatto alcuni camussiani di posticipare l’elezione del nuovo segretario a dopo le Europee con la proroga di alcuni mesi della Donna Rossa. A questa ipotesi ci sarebbe stata la netta cesoia dei due contendenti che, comprendendo il tentativo della Camusso di anestetizzare la corsa, li ha di fatto indotti “all’accordo”. Il congresso terminerà con una pace ma la visione completamente differente tra i due non porterà ad un vera condivisione del futuro. Uno anti sistema e movimentista, come testimonia la sua storia alla guida della Fiom, e l’altro riformista e dialogante, e di area Pd, non aprirà la strada ad un vero progetto sindacale essendo portatori di visioni profondamente diverse ed inconciliabili. La Camusso alla Fondazione Di Vittorio? Un’ipotesi non certa dopo aver soffiato sino a notte sulla fiamma delle divisioni. Per lei, probabile, uno o non più di due posti per suoi riferimenti tra i sette componenti della segreteria nazionale di area landiniana, 3 dei dieci a Colla. Lo sfidante dell’ex leader della Fiom sarà segretario aggiunto e l’aretina Gianna Fracassi, già segretaria confederale proveniente dal settore scuola, potrebbe esser la numero tre con il ruolo di vice segretaria vicaria. Potrebbe esser questa la dicitura ma di certo sarà la numero tre. L’incertezza su come identificare i ruoli dei numero due e tre in quanto, negli ultimi otto anni, non vi sono stati nè aggiunti nè vice quindi si procederà, presumibilmente, ad una verifica dello Statuto per comprendere se identificare il numero due, Colla, come segretario nazionale aggiunto e la Fracassi, da numero tre, come, appunto, vice vicaria o ambedue vice ma con il vicariato per l’ex sfidante di Landini.