Addio a Gianni De Michelis

Ex ministro degli Esteri e vice segretario del Partito Socialista con Bettino Craxi, è morto all'età di 78 anni

È morto all'età di 78 anni Gianni De Michelis. Ex vicepremier (1988-89) e ministro socialista degli Esteri (1989-92), del Lavoro (1983-87) e delle Partecipazioni Statali (1980-83). Malato da tempo, De Michelis negli ultimi anni ha vissuto a Venezia con suo figlio. Lo si apprende da fonti politiche a lui vicine. De Michelis è stato deputato per più legislature con il Psi ed europarlamentare con il Nuovo Psi, nonché Presidente onorario dell'Aspen Institute. Politico e accademico, è stato deputato socialista dal 1976 al 1993 nonché ministro dal 1980 al 1992. In quegli anni ha ricoperto diversi incarichi nei governi di Cossiga, Forlani, Spadolini, Fanfani, Craxi, De Mita e Andreotti.

La sua firma per l'Italia è sul trattato di Maastricht nel 1992. È stato poi segretario del Nuovo Psi dal 2001 al 2007. L'ultimo incarico elettivo è stato al Parlamento europeo, nella legislatura chiusa nel 2009. Nello stesso anno diventa consulente di Renato Brunetta, ministro per la Pubblica ammnistrazione nel governo Berlusconi.

"È morto Gianni De Michelis. È stato un grande ministro degli Esteri. L'Europa gli deve molto, la sua visione del ruolo dell'Italia nel mediterraneo e nei Balcani è tutt'oggi valida. Lasciate stare i capelli lunghi. Era un politico colto, coi fiocchi", ha dichiarato l'ex segretario del Psi Riccardo Nencini.

"Gianni De Michelis é stato per tanti di noi un maestro politico, un uomo di Stato, un Socialista Democratico di valore. Con animo pieno di dolore ho appreso la sua scomparsa", ha commentato Bobo Craxi.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 11/05/2019 - 11:48

Le discoteche tutte, sentitamente, lo piangono.

mzee3

Sab, 11/05/2019 - 11:54

L'unica cosa che mi senti di dire è che mi spiace che abbia sofferto per molto tempo. Per il resto e della sua partecipazione ai governi di cui ha fatto parte...stendiamo una pesante coperta pietosa.

NickByte

Sab, 11/05/2019 - 11:57

non credo che a Venezia lo rimpiangano in molti ... sopratutto i ristoranti ...

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Sab, 11/05/2019 - 11:59

in Veneto si dice : quando i nasse, tuti béi; quando i sposa, tuti siòri; quando i more, tuti bòni !

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Sab, 11/05/2019 - 12:08

Riccardo Nencini dice che l'Europa (a De Michelis ) gli deve molto scordandosi di dire che Lui agli italiani deve tantissimo ... pace all'anima sua

Ernestinho

Sab, 11/05/2019 - 12:27

Un modo per far presente a tutti i "politicanti" ed ai loro "colleghi" che la fine arriva per tutti. Perciò facciano le persone oneste, come mi sembra lo sia stato il Ministro De Michelis!

Ritratto di DVX70

DVX70

Sab, 11/05/2019 - 12:28

Fino a qualche anno fa non l'avrei mai pensato.... ma guardando il deprimente (eufemismo) panorama politico attuale mi viene spontaneo rimpiangere i suoi tempi (e non certo perché all'epoca ero adolescente). Ragione per la quale lo scrivo: sia pace all'anima sua. RIP

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 11/05/2019 - 12:43

1 anno e 6 mesi patteggiati per corruzione nell'ambito delle tangenti autostradali del Veneto; 6 mesi patteggiati nell'ambito dello scandalo Enimont.La pena, ammontante in totale a 2 anni di reclusione, è stata sospesa con la condizionale. L'attività di corruzione per cui De Michelis fu condannato, come precisato dal Tribunale, «alimentava il suo principesco stile di vita sia pubblica sia privata». Una bella schifezza ! Se l'è goduta sino a 78 anni ? Un bel record.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 11/05/2019 - 12:46

Io l'ho conosciuto, un Politico con le palle: ero a Stage alla Camera del Commercio di Milano, ove c'erano tutto lo Staff dei Presidenti della Confindustria Luigi Lucchini e avv. Agnelli. Qui 7 giorni di dibattiti e studio. Gianni de Michelis fu grande oratore, mentre i Sindacalisti della Triplice una frana, ma ben pagati: io non ebbe i 7 giorni di LS perche' gliele diedero a un Kumpagnuzzo protetto da CGIL che dettava Legge in Camerale di Milano.

Ritratto di Sig. A

Sig. A

Sab, 11/05/2019 - 12:52

Ho una certa età, perciò ricordo perfettamente il periodo d'oro di De Michelis. Discutibile quanto si vuole sotto l'aspetto personale, era un politico finissimo e un ministro coi controfiocchi. Anche se di parte avversa, non posso che giudicarlo, politicamente, in questa maniera. Avercene, oggi, politici così, invece di quattro fighetti incapaci, passati direttamente dalle piazza del vaffa al Parlamento...

VittorioMar

Sab, 11/05/2019 - 13:09

..R.I.P.! E' un'EPOCA che SCOMPARE lentamente...!!

Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 11/05/2019 - 13:09

Presidente onorario del The Aspen Institute? Mi duole, ma non posso dispiacermi per chi attenta alla democrazia e alla sovranità delle nazioni.

xgerico

Sab, 11/05/2019 - 13:25

De Michelis viene travolto, come tutto lo stato maggiore e la classe dirigente socialisti, dagli scandali di Tangentopoli. Per quel che lo riguarda, a seguito delle inchieste giudiziarie del pool di "Mani pulite", è stato sottoposto dal 1992 a 35 diversi procedimenti giudiziari; oltre alle moltissime assoluzioni, è stato condannato in via definitiva a: 1 anno e 6 mesi patteggiati per corruzione nell'ambito delle tangenti autostradali del Veneto; 6 mesi patteggiati nell'ambito dello scandalo Enimont.

ghorio

Sab, 11/05/2019 - 13:28

Un bravo ministro degli esteri e un politico colto e preparato. Gli sia lieve la terra.

attilio.baldan@...

Sab, 11/05/2019 - 13:41

Di cultura protestante, cinico e intelligente. Diceva: "Non ci sono più Destra e Sinistra, ma due bande in concorrenza, a caccia di posti e di soldi". Assieme a Craxi, superò le correnti lombardiane, manciniane e demartiniane del PSI, rinnovando l'autonomismo, ma restando purtroppo nel solco dei margini di sottogoverno che la DC concedeva ai socialisti. E con una vita esagerata: perché a Craxi fu accomunato pure dalla malattia, un devastante diabete da sregolatezza e dismetabolismo. R.i.p.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 11/05/2019 - 13:49

Quello che ballava in discoteca e firmava mastricht fregandoci a vita..

nova

Sab, 11/05/2019 - 13:59

De Michelis e Brunetta entrambi originari del Ghetto di Venezia. Craxi colò a picco ma questi socialisti assieme all'altro socialista fariseo Amato esercitarono il potere e ci incorporarono in questa nuova UE.

Ernestinho

Sab, 11/05/2019 - 14:25

Da vari commentatori noto che neanche Lui era integerrimo!

investigator13

Sab, 11/05/2019 - 16:57

è lui che ha firmato il trattato di Maastricht nel 1992 e noi lo ricordiamo pure. Quanta amarezza che scende nel ns cuore.

Reip

Sab, 11/05/2019 - 17:50

Un ladro di meno!

cir

Sab, 11/05/2019 - 20:23

meglio dimenticarlo....non era un esempio da indicare....

ortensia

Sab, 11/05/2019 - 20:25

@ DVX70, SIG.A,GHORIO: concordo pienamente.

Fabio_74

Sab, 11/05/2019 - 21:45

RIP. Ha iniziato un filone politico godereccio che poi Silvio nostro ha tenuto vivo e potenziato col bunga bunga. D'altra parte i socialisti erano la forza italia anni '80, intrallazzi e belle donne.

faman

Sab, 11/05/2019 - 23:38

ha comunque fatto parte di una generazione di politici (da destra a sinistra, passando per il centro)che le mezze calzette di oggi manco se lo sognano.