Adesso il 5 Stelle Morra vuole Salvini alla sbarra: "Diciamo sì al processo, ci giochiamo la credibilità"

Il presidente della Commissione antimafia sul caso Diciotti: "Il Movimento 5 Stelle si gioca la credibilità"

"Io credo che dovremmo chiedere al ministro dell'Interno un'accettazione tranquilla delle decisioni della magistratura". A dirlo non è un membro dell'opposizione, ma un alleato di governo della Lega, il senatore del Movimento 5 Stelle Nicola Morra. Che, insomma, dice "sì" all'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini chiesta dal Tribunale dei ministri di Catania per il caso della nave Diciotti.

Un "sì" un po' controcorrente, visto che nel suo partito la corrente del "no" si è accresciuta giorno dopo giorno fin a diventare maggioritaria. Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, dice la sua a Il Fatto Quotidiano, sostenendo di fatto che dire quel "no" equivarrebbe al tradimento dei valori fondanti del Movimento stesso: "È in gioco la nostra credibilità, e quindi la nostra identità. Noi crediamo che chi è nel Palazzo non possa godere di un trattamento differente: un politico non deve essere mai al di sopra della legge".

Dunque, Morra ha aggiunto: "Mi domando se noi come 5 Stelle, avendo tratto il nostro humus da un piano pre-politico, dovremmo rispondere 'sì' a prescindere dai giudici. Anche perché male non fare, paura non avere. Quindi nessuno di noi si deve sottrarre al giudizio. Se io dimostro che ho agito nel modo giusto, svolgo una funzione sociale importantissima. La magistratura deve sempre poter avere dubbi sull'operato della politica".

Infine, chiosa così: "E siamo convinti che Salvini e gli altri ministri non abbiano commesso alcun reato".

Commenti

leopard73

Gio, 07/02/2019 - 10:00

PERSONAGGIO CON LA MATERIA ROSSA Anziché GRIGIA!!!

paolone67

Gio, 07/02/2019 - 10:08

Uno dei valori fondanti del M5S è quello di consentire alla magistratura di processare i politici che delinquono. Non di sottoporre l'attività del governo al vaglio ideologico delle varie correnti della magistratura.

Gio56

Gio, 07/02/2019 - 10:14

È in gioco la nostra credibilità,(e già qui ci sarebbero seri dubbi) e quindi la nostra identità. Noi crediamo che chi è nel Palazzo non possa godere di un trattamento differente: un politico non deve essere mai al di sopra della legge.Magistrato invece può?

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 07/02/2019 - 10:25

Vede,egregio (si fa per dire) Morra,il fatto è che Salvini non ha bisogno di essere sopra la legge,dal momento che non l'ha violata. Solo menti distorte e lobotomizzate dalla ideologia komunista,possono pensarlo e agire di conseguenza. Purtroppo per voi la conseguenza delle vostre scelleratezze ricade sempre e solo su voi stessi,visto che rimediate continue legnate elettorali in tutta Italia. Voi siete come quel pescatore che,mentre la barca affonda,invece di cercare di svuotarla,continua a riempirla di acqua.

Mauritzss

Gio, 07/02/2019 - 10:27

Così magistrati malintenzionati possono far cadere un governo e imporre la linea politica di una nazione con semplici farneticazioni legali. Governerebbero loro e non i politici eletti dal popolo. E chi li dovrebbe fermare ? il CSM ? Un'altra magistratura ?? Ma allora la lotta politica si sposterebbe nell'ambito della magistratura e non del parlamento.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 07/02/2019 - 10:46

Uno dei pochi "inflessibili" che, non avendo compreso che, oltre il fatto che il sistema politico italiano è organizzato secondo il principio di separazione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario), è in gioco il governo stesso (che è sulla medesima linea di Salvini), sottomette la linea politica al potere giudiziario che decide quello che più gli aggrada e riduce l'area della politica a 2,5°. Ma forse sto esagerando: meglio 0,1°.

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 07/02/2019 - 10:57

Fulmine di guerra, ci sei o ci fai?Con la magistratura giustizialista anche un neonato si beccherebbe la condanna in 1° grado, poi vai a salvarti se ce la fai!Queste sparate vai a cantarle a teleKabul che là ci trovi i kompagni di bandiera rossa che ti battono le mani.

albixo

Gio, 07/02/2019 - 11:07

Il discorso di questo tizio non fa una piega ed è formalmente corretto, il problema è che la magistratura non è affatto super partes ed è chiaramente schierata in gran parte con l'opposizione. Il solo immaginare che durante l'arrivo in Italia sia stata lesa la dignità del signor Battisti non solo fa crepare dal ridere ma, purtroppo, anche accapponare le pelle.

Sail

Gio, 07/02/2019 - 11:08

...law and literature... con la scontata iper-distorsione a causa della "doppia-traduzione"...

Romolo48

Gio, 07/02/2019 - 11:10

@ paolone67 ... concordo e ripeto: la politica si fa in parlamento e non nelle aule di tribunale.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 07/02/2019 - 11:26

Il Movimento 5*,deve fatalmente ridimensionarsi,con una parte che ritornerà nei ranghi "simil Pd & soci di merende",ed una parte confluirà nella Lega.Quello che rimarrà,sarà un ibrido(che raccoglierà un 20-22% di voti),utilizzabile solo su basi "contrattuali" da una Lega "trainante" forte di un 35-37%,che con un 5% di FdI,potrà dare corpo ad un Governo,coeso e forte sui temi "essenziali"!Tutto il resto non interessa!

effecal

Gio, 07/02/2019 - 11:37

un bravo comunistello che fa il suo comopitino.

Capellonero

Gio, 07/02/2019 - 11:38

E da quando ha credibilta' il movimento? Perché lo dice quella specie di comico che si fa chiamare grillo?

i-taglianibravagente

Gio, 07/02/2019 - 11:53

bravissimo!!! e ringraziamenti anticipati per le valanghe di voti che migrerranno dai "5 squatters" alla LEGA. Ricorda tanto lo stile suicida del PD....talis pater...

dredd

Gio, 07/02/2019 - 12:00

"un politico non deve essere mai al di sopra della legge". Infatti, e i magistrati non dovrebbero mai utilizzare le leggi per fare politica

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 07/02/2019 - 12:08

Morra non ha capito la tripartizione dei poteri, per cui il Decreto di un competente Ministro è Legge. Se per modo di dire Salvini decretasse l'arresto di Morra (e il relativo Prefetto non fosse corrotto dal PD) il Morra finirebbe in carcere in attesa di giudizio. Però sarebbe tranquillo come un Papa, perché "Male non fare e paura non avere".

jaguar

Gio, 07/02/2019 - 12:51

Morra può anche dire si al processo, poi può dire addio alla sua poltrona dorata.

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 07/02/2019 - 12:51

Questi tizi vengono trovati tutti nel Tide? Una volta così si diceva.Regards

agosvac

Gio, 07/02/2019 - 12:53

Ma che c'entra l'anti mafia in questo caso? Tra l'altro il Ministro dell'Interno combattendo l'immigrazione clandestina combatte anche contro la Mafia nigeriana che è ancora più pericolosa di quella nostrana. Il discorso di questo Morra è al di fuori di ogni logica: perché Salvini che non ha commesso alcun reato se non quello di "fare" il Ministro dell'Interno dovrebbe accettare di essere sottoposto a processo da una magistratura che invece di colpire i colpevoli di reati gravi cerca di paralizzare il Governo di cui fa parte anche lo stesso Mora??? Se si desse via libera a questa magistratura il Governo rischierebbe di essere paralizzato perché ogni sua decisione dovrebbe essere approvata dai magistrati. Se non si capisce questo, non si è capito niente. Tra l'atro sembra che Morra sia tra i pochi che non riesce a capire, perché non si dimette se in contrasto col Governo???

kitkarso

Gio, 07/02/2019 - 12:54

una parte della magistratura è chiaramente schierata e non applica la legge come fanno i magistrati di tutta europa. Oltre a prevedere , in questo caso, la eleggibilità dei magistrati , che finalmente potrebbero decidere in nome del popolo italiano non si può far giudicare un ministro a chi non da segni di obiettività. é una decisione, questa che spetta al governo

Ritratto di Gisvelto

Gisvelto

Gio, 07/02/2019 - 12:55

Quando la logica del diritto se ne va a p......-. L'occhio attento del fazioso, se ne fotte della realtà e vede i reati dove gli conviene: prezzolato o meno non si cura nemmeno se l'azione può essere inquadrata quale vero e proprio atto di terrorismo politico.

Mborsa

Gio, 07/02/2019 - 13:06

E' la classica posizione giustizialista: difendersi nel processo significa diventare ostaggio del sistema giudiziario. Se prevalesse il si, il ministro resterebbe sotto la spada di damocle per molto e sarebbe oggetto di una campagna per chiedere le sue dimissioni. Morra vuole far cadere il governo, per mano di terzi.

unosolo

Gio, 07/02/2019 - 13:07

al mondo ci sono anche persone che hanno odio , invasione di campo ? come mai se si tocca la magistratura si cade in disgrazia e se la magistratura entra nelle camere trova chi li appoggia ? semplice verranno compensati ed entreranno a far parte della grande e ricca casta , scalata al potere ed ecco che si schierano come hanno fatto moltissimi altri,,,

xgerico

Gio, 07/02/2019 - 13:20

Il classico pezzo da 5 Euro scopiazzato da altra testata!

antoniopochesci

Gio, 07/02/2019 - 13:27

Sto fariseo ripulito trasuda ipocrisia da tutti i pori. Ma cosa crede che le persone intellettualmente oneste possano bere il suo predicozzo? Si dice convinto che il Ministro dell'Interno e gli altri Ministri " non abbiano commesso alcun reato " ma poi ha la faccia tosta di offrire la loro testa alla "ghigliottina" della Magistratura! Altra balla colossale da far bere ai beoti sarebbe quella secondo cui anche i " parlamentari sono uguali alla legge come tutti i cittadini". Non è così. Perchè - giusta o non giusta che sia - i nostri rappresentanti godono dell'immunità parlamentare, altrimenti i magistrati non ricorrerebbero al Tribunale dei Ministri ma procederebbero DIRETTAMENTE secondo le norme canoniche che riguardano tutti i cittadini.

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Gio, 07/02/2019 - 13:36

E poi dicono che il COMUNISMO E' MORTO. Ma i comunisti sono vivi e vegeti.

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Gio, 07/02/2019 - 13:43

povero bananas il si per Salvini sarà la vostra condanna definitiva PS Paolone67 sono d'accordo con lei al 100%. passa dai

Renee59

Gio, 07/02/2019 - 13:45

La tua di credibilità?

Malacappa

Gio, 07/02/2019 - 13:47

Alla sbarra presto ci sarai tu vergognati

Renadan

Gio, 07/02/2019 - 13:50

Bravo morra cosi ragiona chi vuole disfare il movimento. Pensavo che certe sxxxxxxxe le dicessero solo i comunisti. Ops ma anche tu sei comunista. Vomitevole

giosafat

Gio, 07/02/2019 - 14:27

Farneticazioni in libertà. Non capire che la magistratura deve stare alla larga dalle decisioni politiche di un governo vuol dire proprio essere...grillino. Ed è una aggravante.

pastello

Gio, 07/02/2019 - 14:28

" Ci giochiamo la credibilità" Tipico caso di comicità involontaria

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 07/02/2019 - 14:49

Morra è un professore sinistroide, chiaro che non condivida la lega e quindi salvini. I cinque stalle sono un'accozzaglia di soggetti provenienti da centri sociali e scontenti di destra e di sinistra. Tutti, però, uniti per il no a tutto e nel cui movimento ognuno (uno vale uno) dice tutto ed il contrario di tutto.

MarcoTor

Gio, 07/02/2019 - 14:59

di processi politici ne abbiamo già avuti a sufficienza

Ritratto di lurabo

lurabo

Gio, 07/02/2019 - 15:29

Diciamo sì al processo, ci giochiamo la credibilità, non solo quella vi giocate anche il governo del paese perché se Salvini va a processo salta tutto...

lappola

Gio, 07/02/2019 - 15:45

E allora, Beota, se non ha commesso alcun reato - e ne siete convinti - che diavolo fate spendere agli Italiani altri quattrini per il processo, senza considerare il tempo che Salvini perde per stare dietro alle idiozie dei magistrati?

FrancoM

Gio, 07/02/2019 - 15:56

I 5 stelle sono un movimento costruito a tavolino da forze esoteriche nascoste con doppie finalità: rivoluzionarie e di distruzione del Paese (per favorire gli sciacalli). Le due finalità sono coerenti tra di loro. Solo in un Paese distrutto si può realizzare la rivoluzione. Hanno illuso milioni di persone e hanno eletto tanti utili idioti la cui stupidità è proprio quello che serve per distruggere.

maurizio50

Gio, 07/02/2019 - 15:58

Morra, il tuo posto è tra i Compagni falsamente Democratici. Se consegnerete il Comandante alle toghe Rosse, il giorno seguente la vostra avventura di governo sarà finita!!!!!

FrancoM

Gio, 07/02/2019 - 16:06

Penso che I 5 stelle siano un movimento costruito a tavolino da forze esoteriche nascoste con doppie finalità: rivoluzionarie e di distruzione del Paese (per favorire gli sciacalli). Le due finalità sono coerenti tra di loro. Solo in un Paese distrutto si può realizzare la rivoluzione. Hanno illuso milioni di persone e hanno eletto tanti utili idioti la cui stupidità è proprio quello che serve per distruggere.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 07/02/2019 - 16:19

Solo gente comunsita e con la faccia da poco sveglio possono chiedere un ministro alla sbarra.

CALISESI MAURO

Gio, 07/02/2019 - 16:33

E' inutile , ne hanno un 30% che sono fuori orbita, vanno aiutati a capire in che mondo vivono!!

t.francesco

Gio, 07/02/2019 - 16:47

QUESTO SIGNORE CI FA O E'????? LA CREDIBILITA' L'HANNO GIA' PERSA PERCHE' QUESTO ERA LO SCOPO DEGLI ACCUSATORI DI SALVINI. CON IL SI LA PERDONO DUE VOLTE PERCHE' SIGNIFICHEREBBE AVER MOLLATO I POTERI DEL GOVERNO A FAVORE DEGLI INTERESSI DELLA MAGISTRATURA.

roberto zanella

Gio, 07/02/2019 - 16:58

IO CREDO CHE MORRA LA PROSSIMA NON SARA' RICANDIDATO. SECONDO LA SUA OPPOSIZIONE HA FATTO AUMENTARE L'ELETTORATO M5S CHE NON VUOLE IL PROCESSO A SALVINI. CHISSA' DI QAULE CREDIBILITA' PARLA....

BRAMBOREF

Gio, 07/02/2019 - 17:32

GIGI89 Laciamoli parlare, hanno vita breve!

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 07/02/2019 - 17:36

Si metta il cuore in pace il compagno morra. Salvini non andrà a processo per atti compiuti in nome e per conto di tutto il governo. Inoltre, anche quell'assunto "male non fare..." sarebbe giusto in qualunque paese civile, ma non in Italia, coi magistrati politicizzati che purtroppo abbiamo da queste parti.

carpa1

Gio, 07/02/2019 - 17:48

Scusi, "un politico non dove mai essere al di sopra della legge? Direi che "nessuno deve mai essere al di sopra della legge". Ma la domanda è: di quale legge si tratta in questo caso? Forse quella "INTERPRETATA A MODO LORO DA UNA TERNA DI MAGISTRATI ROSSI"? Facciamo che, PRIMA DI TUTTO, la magistratura deponga le toghe rosse e poi se ne riparla. Non esiste che il paese venga impunemente invaso, con la complicità di ipocriti anti italiani, da milionate di stranieri caricati sulle spalle dei contribuenti italiani e poi, quando un ministro degli interni fa il proprio dovere venga chiamato in giudizio con accuse che non stanno nè in cielo nè in terra.

Tip74Tap

Gio, 07/02/2019 - 17:52

Questi si sono venduti il cervello alla Casaleggio, non c'è altra spiegazione.....

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Gio, 07/02/2019 - 17:56

Mi domando se ci sia qualcuno in grado di spiegare a questo signorotto poco intelligente che il processo a Salvini è fatto solo per far cadere il governo e nient'altro ?

MOSTARDELLIS

Gio, 07/02/2019 - 18:07

E' un altro che si è bevuto il cervello per mettere in cassaforte poi 4 voti in più. Che gentaglia....

lawless

Gio, 07/02/2019 - 18:08

marra va bene solo per giocare a morra!

rocchetti

Gio, 07/02/2019 - 18:09

Nicola Morra stai sbagliando ragionamento proprio a partire dalla base, non capisci che non stiamo parlando di un politico che vuole stare al di sopra della legge, ma è esattamente il contrario, qui si parla della MAGISTRATURA CHE VUOLE STARE AL DI SOPRA DELLA POLITICA e questo non dobbiamo permetterlo, bisogna quindi che le leggi di ogni ordine e grado vengano modificate affinché si stabilisca senza ombra di dubbio che la politica è sempre superiore alla magistratura; la magistratura deve essere messa in grado di fare il proprio lavoro senza PREVARICARE, come avviene oggi gli altri poteri dello stato. (Punto)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 08/02/2019 - 08:51

@rocchetti 18:09...Concordo!Purtroppo non ci sono i numeri per modificare,"attualizzare" la "nostra" costituzione...Nata "rigida",e appositamente "ambigua" per consentire alla pletora di "istituzioni di controllo stanziali,non attualizzate"(magistratura in primis),di INTERPRETARLA,con l'ipocrita tesi dell'IMPARZIALITA'(che non esiste),secondo convenienza,su basi pregresse,non "attualizzate",nata con l'OSSESSIONE del "cambiamento",richiede un "iter parlamentare" lungo e coeso...Non ci sono i numeri(per volontà dell'"attuale" popolo Italiano),per cui se ne avvantaggia,la sua voluta "staticità",la sua "imparzialità fasulla e pregressa",che LEGALMENTE,"costituzionalmente",impedisce ogni EFFETTIVO cambiamento!