Adesso o mai più

T ra poche ore si vota, finalmente si vota. Chi sostiene che non sia stata una grande campagna elettorale non ha colto il senso rivoluzionario di ciò che in realtà è stato messo sul piatto. Altro che la polemica su fascismo e antifascismo, cioè sul nulla; chi se ne frega del governo preventivo dei grillini e non ci cambierà certo la vita il destino politico di Matteo Renzi. Per i liberali queste possono essere le elezioni della vita, quelle che portano alla più grande riforma del sistema mai fatta dalla fondazione della Repubblica, cioè la riforma del sistema fiscale proposta da Forza Italia e dai suoi alleati. Non una mancia, non un contentino dello zero virgola in meno, ma una autentica rivoluzione che inciderà profondamente sulla vita delle nostre famiglie e delle vostre aziende. Per le famiglie oggi la pressione fiscale è ufficialmente al 43 per cento ma di fatto al 48 (per le imprese oltre il 60). Silvio Berlusconi propone di dimezzarla per tutti. Aliquota unica al 23. Qualcuno ha idea di che cosa significhi, non solo per le nostre tasche? La riforma fiscale è la mamma di tutte le riforme perché apre nuovi scenari in tutti i campi. Meno tasse uguale più consumi per le famiglie e investimenti per le aziende, quindi più occupazione e più benessere. Più benessere vuol dire meno conflitti sociali, meno rabbia da sfogare contro nemici ripescati da una storia che non c’è più. Non è uno scherzo, non è una promessa elettorale. È la visione di un mondo nuovo tutto da esplorare e si può fare. Ma perché si avveri serve un gigantesco sforzo elettorale e al diavolo le delusioni del passato. Non facciamo come il marito che si taglia gli attributi per fare dispetto alla moglie. Può essere la volta buona e un simile treno penso non passi mai più, soprattutto se il Paese finirà nelle mani di statalisti-marxisti travestiti da giovani rampanti. Se domani vogliamo punire la politica inconcludente e fine a se stessa – esercizio sempre nobile – dobbiamo riflettere bene prima di fare cavolate insanabili e autodistruttive. Riflettiamoci. Di chi è la colpa dei nostri problemi? Partiamo dall’origine dei guai, da Napolitano e Monti che hanno truccato prima le carte della democrazia e poi i conti con manovre economiche recessive. Andrebbero puniti, ma ci ha già pensato la storia. Che invece è stata indulgente con i governi di sinistra non eletti, compreso l’ultimo guidato da Gentiloni, che è una brava persona ma non ha saputo, in oltre un anno, dare neppure un tetto ai terremotati o fare funzionare i treni alla prima timida nevicata. Se davvero vogliamo cambiare, puniamo la sinistra e stiamo ben lontani dai grillini. Noi vogliamo portare a casa la riforma fiscale e pagare la metà delle tasse. Basta un voto, quello di ognuno di noi. Adesso o mai più.

Commenti

edo1969

Sab, 03/03/2018 - 18:10

Italiani nell’urna ricordatevi che il grande, l’immenso edo1969 vota Berlusconi premier, fate come edo1969, credetegli, seguitelo, ispiratevene: edo1969 garantisce che l’Italia poi sarà migiliore. Viva l’Italia, viva edo1969, viva Sallusti, viva Bellusconi

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 03/03/2018 - 18:10

Chiarissima la "lezione" offertaci gratuitamente da Sallusti. Leggiamola con considerazione e speriamo che le urne ci diano la possibilità di poterla vedere realizzata. Oltre le chiacchiere di un parassita come Renzi, che sa vivere solo a spese nostre, senza sapere cosa sia il lavoro e rimanendo attaccato alla poltrona, malgrado gli annunci regolarmente dimenticati, come è stato suo costume da quando lo abbiamo conosciuto in tutto il paese. Di lui ho apprezzato solo i secchi d'acqua versatisi in testa, per altro senza riuscire a schiarirsi le idee. Lunedì prossimo lo faccia di nuovo e ne avremo un beneficio tutti, a partire da lui e da Boschi.

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 03/03/2018 - 18:28

Sembra ieri e sono passati quasi sette anni...da quell'infausto giorno del 2011, quando il governo, eletto legittimamente dai cittadini, fu mandato a casa per far posto, con escamotage dal sapore golpistico, ad una serie infinita di governicchi ad uso e consumo di una parte politica. Ora siamo chiamati alle urne perché il popolo scelga ancora una volta i propri rappresentanti: sarà la volta buona? La speranza è che non solo i votanti facciano la scelta giusta ma, anche e soprattutto, che coloro i quali videro la loro scelta buttata nel cestino, scegliendo l'astensionismo, riacquistino fiducia e passino il Rubicone: l'Italia è ancora tutta da fare!

nunavut

Sab, 03/03/2018 - 19:52

Mai cantare vittoria prima d'aver ucciso l'orso = 5 stelle.Ho come l'impressione che soprattutto il sud (quando vede Lega é come un toro quando vede rosso)e certe regioni del nord(non occorre nominarle) voteranno per il movimento pur d'impedire la coalizione del dx di formare un govern (non dimenticate cosa successe in FR. con Marine Le Pen).Se in futuro si dimostrassero all'altezza del compito assunto tanto meglio ma se non fossero capaci di "sfornare" i risultati tanto vantati la maggioranza che li ha votati non lamentino, si sforzino solamente ad ingoiare il rospo che hanno voluto come menu.Andate a votare votate chi volete ma VOTARE É UN DIRITTO MA ANCHE UN OBBLIGO,SE NON VOTATE POI NON POTRETE AVRERE IL DIRITTO DI "CHIAGNERE"

tuttoilmondo

Sab, 03/03/2018 - 20:30

Non basta! Bisogna eliminare la corruzione. E si fa con due semplici leggi ordinarie. Voto palese sempre pena nullità dell'atto. Legge elettorale maggioritario uninominale secco. E l'Italia vola. Ma questo riduce del 90% il potere dei partiti e non si farà mai.

Ggerardo

Sab, 03/03/2018 - 20:31

le tasse, le tasse, l'ossessione delle tasse. Pagare meno tasse, anzi niente tasse, il sogno di tutti i ricchi, come Sallusti. Va be', da Berlusconi, condannato per frode fiscale, cosa ci si poteva aspettare ? Ma chi ci crede piu' alla bacchetta magica del "meno tasse per tutti" ? E' vecchia la barzelletta, Berlusconi ne ha raccontate di migliori

VittorioMar

Sab, 03/03/2018 - 20:47

..FORZA RAGAZZI !..ANCHE SE E' FINITO CARNEVALE ...LO FACCIAMO UN "BRUTTO" SCHERZO A NAPOLITANO ?....DA RESTARE NEGLI ANNALI !!

Rcorvaglia230

Sab, 03/03/2018 - 20:56

Nel novembre 2011 il Cav. Berlusconi si è dimesso da Presidente del consiglio perchè dopo aver condotto sull'orlo del disastro finanziario l'Italia (colpa anche di speculazioni finanziarie esterne - leggi Soros), rischiava di perdere anche le sue aziende, e questo dopo un avvertimento da parte del dott. Ennio Doris, suo socio e presidente della Banca Mediolanum. Tutto il resto è noia

dare 54

Sab, 03/03/2018 - 23:03

Ma, caro Sallusti, non parliamo solo di tasse. Vogliamo parlare anche di lavoro "vero" e non temporaneo? Di Sicurezza? Di (im)migrazione? Di Giustizia? Di vita reale? Di valenza e subordinazione rispetto l'Europa? Di promesse mai mantenute da parte di certi "politici"? Peggio di come stiamo adesso ...

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/03/2018 - 23:18

Rcorvaglia230 Sab, 03/03/2018 - 20:56...Infatti re giorgio 'e napule stava li a guardare e non disse nulla...Pagliaccio: è sui libri ció che hanno fatto e tramato, perché il Presidente Berlusconi fosse obbligato a dimettersi...Buffoncello da 3 soldi, si informi prima e non bestemmi poi...E.A.

VittorioMar

Sab, 03/03/2018 - 23:37

..ABBIAMO SUBITO 7 ANNI DI DISGRAZIE !!..7 ANNI .DI ANGHERIE DALL'UE...7 ANNI DI IMPOSIZIONI E DI MANCANZA DI LIBERTA'..DI DEMOCRAZIA...DI LEGALITA'...DI SOFFERENZE ...DI PREVARICAZIONI ...DI IMPOVERIMENTO ECONOMICO E MORALE..DI INSICUREZZA E DI SOPRUSI..ANCHE DALLA CHIESA.. 7 ANNI DI DISGRAZIE..ORA BASTA !!!.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 03/03/2018 - 23:59

Carissimo direttore, purtroppo non vincerà nessuno con oltre il 40 %. Il mai più per noi non esiste.

carlo.magistri

Dom, 04/03/2018 - 02:46

Inoltre, oltre a meta' tasse, ognuno avra' anche 77 vergini. Evviva!

Nick2

Dom, 04/03/2018 - 08:21

Flat tax più conveniente per i redditi bassi? Faccio un esempio. Famiglia composta da genitori con 2 figli con 2 redditi. Il primo di 20 mila euro e il secondo di 15.000. Reddito n. 1 (con 2 figli a carico); IRPEF23% su 15000 = 3.450 € + IRPEF 27% su 5.000 € = 1.350 €. Totale 4.800 €. Detrazioni: per lavoro dipendente € 1340 - Detrazione figli a carico: 1.500 €, Bonus Renzi: 960 euro. Totale IRPEF € 1000. Reddito 2: IRPEF 23% su 15000 = 3.450 Detrazioni per lavoro dipendente 1550 - Bonus Renzi 960. Totale 940 euro. Questa famiglia pagherà IRPEF per 1.940 euro. Calcolo con Flat tax: Reddito di 20.000 pagherà 1840 il reddito di 15000 pagherà 690 euro, per un totale di 2.530 euro. Con l’introduzione della flat tax la nostra famigliola ci perderebbe 600 euro. Ma non è finita. Ad oggi, la famiglia può contare su 940 euro di assegni familiari. Con la flat tax?

Nick2

Dom, 04/03/2018 - 08:21

Adesso calcolo l’IRPEF su una pensione d’oro o sul reddito di un dirigente (250000 euro l’anno). Tassazione odierna: su 15000 23% =3.450 da 15 a 28 mila 27% = 3.510 – da 28 a 55 mila 38%= 10.260 – da 55 a 75 mila 41% = 8200 – Oltre 75 mila 43% = 75,250 per un totale IRPEF di 100.670. Con la flat tax il nostro pensionato d’oro pagherebbe su 238.000 il 23% ossia 54.740, risparmiando quasi 50.000 euro. Questi sono i miei calcoli. Se avrete la bontà di pubblicarmeli e di contraddirmeli con numeri certi, sarò felice di ammettere di aver sbagliato.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 04/03/2018 - 09:25

@Nick2….. ad oggi rispetto a molti faresti già parte di un benestante, e considera che fino 12000 euri non pagano NULLA. Un ricco non si sogna nemmeno più a portarci dei soldi in Italia col 60% di Tasse, preferisce Panama o altro. Risultato: mancando il lavoro anche chi prende adesso 15000 o 20000 € ad oggi sarebbe a rischio povertà. Auguri

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/03/2018 - 09:33

Ma bravissimo Direttore SALLUSTI, il più bell'articolo che abbia letto in questa temperie preelettorale. Merita alla grande il ruolo che riveste. Vengo ora dall'urna dove ho fatto il mio dovere, apponendo la croce con la matita al simbolo di Forza Italia. Evviva. - 9,33 - 4.3.2018

Nick2

Dom, 04/03/2018 - 09:41

Dlux, i cittadini non eleggono il Governo, ma il Parlamento ed ogni cambio di Governo NON È UN GOLPE. Questa è una delle falsità che Berlusconi ripete quotidianamente. Anche oggi noi eleggiamo il Parlamento. Per ottenere la maggioranza del 40% si potranno mettere insieme i più svariati partiti, senza che noi possiamo gridare al golpe.

Nick2

Dom, 04/03/2018 - 09:48

Combirio, se facessi l'esempio di un monoreddito di 20.000 euro con moglie e 2 figli a carico, il vantaggio dell'attuale tassazione rispetto alla Flat tax sarebbe ancora maggiore. Se proprio si vogliono favorire i ricchi, è necessario farlo danneggiando i poveri?

edo1969

Dom, 04/03/2018 - 10:28

Mi spiace dirlo ma Berlusconi e Salvini dovevano spiegare meglio la flat tax, nessuno ha capito nulla di quanto cambierà in soldoni il proprio reddito, avete letto ad esempio l’articolo di ieri sul giornale? era scritto per specialisti, incomprensibile, quando bastava un grafico con 2 curve: ascissa reddito lordo, ordinata netto, oggi e con la flat tax, punto. La gente ha pensato alla solita presa in giro preelettorale. Perciò ora esco e voto CasaPound. Buona domenica elettorale a tutti.

edo1969

Dom, 04/03/2018 - 10:33

Nick2 grazie per i conti, per me hai ragione, ma con tutto il rispetto non dovrebbe essere nick2 a farli ma avrebbe dovuto presentarli ilgiornale per supportare la proposta della flat tax, invece non l’hanno fatto proprio per il motivo che evidenzi tu, ovvero che per la maggior parte della gente è una gran sòla. Votate più a destra, almeno liberiamo l’Italia dalla feccia.

mariolino50

Dom, 04/03/2018 - 10:59

La tassa uguale per tutti esiste in pochissimi paesi, in Usa e Europa occidentale no, io forse qualcosa ci guadagnerei, ma non mi sembra giusto. Ridurre le aliquote si, ma non una sola, almeno 3 o 4, se poi volgiono fare all'americana, ovvero sanità e scuola private, pensioni pure, dove stà il guadagno, spendi i soldi che ti avanzano dopo quelli lì, potrebbero essere anche meno. Si dovrebbero copiare paesi come la Danimarca, tasse anche alte, ma servizi statali superiori.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 04/03/2018 - 11:29

@Nick2…..In questo momento siamo come dentro le sabbie mobili, infatti con questa Tassazione fra le più alte al Mondo stiamo affondando, i poveri per primi. L’ idea della Flat tax è cercare di salvarsi in qualche modo, facendo stare meglio i poveri sotto i 12000 € ma anche chi produce lavoro e ricchezza anche per l’ erario per sopperire ai vari servizi. Se ciò non avviene più, il Castello crolla come le torri gemelle con Tutti dentro. In pratica si genera un volano che rilancia l’ economia. Per fare un esempio, sarebbe come vendere il Culatello ( prosciutto buonissimo ) ma a prezzi proibitivi, ad un prezzo popolare con un minimo di guadagno, ci sarebbe la corsa tipo Black Friday per accaparrarselo con soddisfazione dei consumatori, negozianti ed Erario.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Dom, 04/03/2018 - 12:01

Sarebbe molto bello ,abbinare alla flat tax , il fatto che ( finalmente ) gli evasori ( quelli grossi ) vadano in galera. Come fa l'America del vostro amato Trump. Non so chi rimarrebe a piede libero in questo bel paese di ladri,corruttori, corrotti , nani e ballerine .

gigi0000

Dom, 04/03/2018 - 12:24

@ N i c k 2 : SEI UN CONTABALLE, o un emerito incapace! Anche nella flat tax è prevista la detrazione per i figli a carico, che a te fa comodo dimenticare. I TUOI CALCOLI SONO SBAGLIATI e sono propaganda idiota per i detrattori di Berlusconi. Ho dato un'occhiata solo al tuo primo post delle 08,21 e non ho perso tempo a guardare le altre sicure tue brutture. Il Direttore Sallusti ha perfettamente ragione, questa è l'occasione unica per cambiare 'sto paese di m...a lasciato dai tuoi protetti sinistri figuri, siano essi eredi di PCI e DC, o quelli ancor peggiori della feccia rimanente, i grulletti. C'è ancora una possibilità di risollevarci ed è una sola: quella proposta da Berlusconi. Tutte le altre sono meno di aria fritta.

STREGHETTA

Dom, 04/03/2018 - 12:48

( Repubblica Presidenziale?) Bravo Sallusti, perfette considerazioni. Parole calzanti e sante. La mia paura però non sta solo nel" voto di protesta " di quelli che oltre non sanno andare e prefigurarsi un dopo in mano ai grillini. La mia paura sta nelle schede annullate e nei casini post elettorali : perché tanti, con questo nuovo sistema di votazione non ben spiegato, sbaglieranno a votare, metteranno una x anche sui nomi correlati alle liste, non capendo di non poter dare preferenze. Ci saranno casini e contestazioni, e questo aprirà la strada all'ennesimo governo del Presidente, ossia all'impasto combinato da questo per uscire dagli scontri e dall'impasse. Spero naturalmente di sbagliarmi, ma la vedo grigia. Io in definitiva ho una grande paura che neppure questa volta, che finalmente si va a votare, vincerà la Democrazia. Ho paura che ci fregheranno il nostro voto, e ci riscopriremo per la quinta volta una.. Repubblica Presidenziale.

stefano.colussi

Dom, 04/03/2018 - 13:03

Basta un Voto! Bravo il nostro Alessadro Sallusti. Colussi, Cervignano del Friuli, Udine, Italy

Rcorvaglia230

Dom, 04/03/2018 - 13:55

nestore55 sabato 03/03/18 ore 23:18.... Intanto io non bestemmio non sono un buffoncello da tre soldi e tantomeno un pagliaccio. Io invece penso che, Lei data l'ora in cui ha scritto ed il tono del suo contenuto, dovrebbe cambiare push o andare a letto presto. Se poi i libri a cui Lei allude sono gli scritti di Geithner -- Bini Smaghi --- Magdicristianoallam-- ecc. ecc. --- ne sono al corrente. La teoria che si evince è che la Merkel gli abbia fatto un "cucù" di quelli veri. Non come il "cucù" che il sig. Berlusconi fece ad indirizzo della Merkel quando a suo tempo era il ns ed oggi ancora suo "GIULLARE"

Nick2

Dom, 04/03/2018 - 14:25

Gigi, rifammi i calcoli. Se hai ragione, te la darò. Non ho problemi. I tuoi insulti, mi sembrano di frustrazione. Non hai argomenti. Nella tua tabella tieni anche conto che, attualmente, con il 730 possiamo detrarre spese mediche, dentistiche, scolastiche, ristrutturazioni,adeguamenti energetici, spese funerarie ed altre spese. Con la Flat tax sparirebbero tutte (o quasi) queste detrazioni...

faman

Dom, 04/03/2018 - 15:58

#VittorioMar_20:47 - ma quale scherzo a Napolitano?, ma dove vivi, conta come il due di briscola.

michettone

Dom, 04/03/2018 - 16:19

HO GIA' VOTATO! E con me, tutta la mia famiglia, i miei amici e colleghi di zona. La grande partecipazione attuale esistente nei luoghi di voto, ci infonde FIDUCIA elevatissima, alla facciaccia dei vari Nick2 and co., che con i loro conti astrusi, tentano l'ultimo disperato affondo per...far aumentare gli Italiani, che non voteranno! Gli ITALIANI,hanno creduto e credono ciecamente, ad un Signor Imprenditore, che, potrebbe anche infischiarsene, ma che invece per amore della sua Patria, si è (ri)presentato a dettare condizioni e promesse grandiose e CHIARE. Dei Nick2, o Padoan, o Mr.Fregnoni vari, sparsi in Italia ed Europa, ne abbiamo piene le tasche ed i conti, li sappiamo fare anche noi, ma non sono quelli scritti a piene mani dai Comunisti! GO, CENTRODESTRA, GO!!!!!