Gli albergatori pagano le pensioni agli attori: tassa sulle tv negli hotel

L'imposta oscilla tra i 32 e i 181 euro annui. Gli albergatori a Renzi: "È l'ennesimo colpo al turismo"

Arriva una nuova imposta. E minaccia di azzoppare ulteriormente il turismo italiano. Tra qualche giorno gli albergatori inizieranno, infatti, a pagare l'imposta sulla televisione. Il balzello è stato imposto qualche mese fa dal governo Renzi e serve appunto a finanziare l’Istituto mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori (Imaie), ovvero la collecting che gestisce i diritti connessi di artisti, interpreti o esecutori. "Manca solo che ci facciano pagare la pensione ai calciatori poi le abbiamo viste tutte - commenta Angelo Berlangieri, presidente dell’Unione albergatori della provincia di Savona,, ai microfoni della Stampa - del resto molti dei nostri clienti in televisione guardano le partite di calcio".

Come spiega Berlangieri, gli albergatori già pagano alle reti televisive canoni e abbonamenti maggiorati, proprio in quanto pubblici esercizi. Le stesse reti pagano, a loro volta, diritti agli autori, ai produttori e agli interpreti/esecutori dei programmi – compresi film e simili – che trasmettono. "Dunque - si chiede - perché gli albergatori dovrebbero pagare di nuovo gli stessi diritti già pagati dalle reti? Gli albergatori ad oggi, già pagano per i televisori posseduti i diritti d’autore e i diritti ai produttori di fonogrammi. Perché aggiungere un altro onere e adempimento?". E incalza il premier Matteo Renzi: "Qualcuno può pensare che un turista scelga di soggiornare in un albergo perché così ha la possibilità di vedere un determinato film? La presenza della televisione in camera è motivazione di viaggio o soggiorno?".

In Italia il turismo genera circa il 10% del pil nazionale. E, per questo, gli albergatori chiedono al governo di trattarlo in modo serio. "Le tv in camera sono uno dei tanti servizi di ospitalità alberghiera - conclude Berlangieri - non certo un fattore di competitività o di ritorno economico diretto o indiretto". Eppure, a seconda delle stelle e del numero di camere, gli albergatori si troveranno a pagare allo Stato una gabella che oscilla tra i 32 e i 181 euro all'anno oltre al canone Rai che, per loro, supera i mille euro all’anno.

Commenti

MEFEL68

Sab, 19/09/2015 - 13:22

Neanche Leonardo Da vinci, con tutta la sua inventiva, avrebbe saputo inventare tante gabelle come fanno i governi cari alla sinistra. Nei libri di scienza delle finanze c'è scritto che le imposte e tasse si paganao in cambio di beni e servizi che lo stato rende ai cittadini. Di questo enunciato, i nostri governi applicano solo la prima parte. Di beni e servizi neanche l'ombra.

ziobeppe1951

Sab, 19/09/2015 - 13:27

A quando la tassa ecologica sulle scorregge?

cgf

Sab, 19/09/2015 - 13:30

ke faccia tosta renzie, è come se prima ti da un pugno ben sapendo che dopo dirà mi dispiace, anzi hai ragione tu

polonio210

Sab, 19/09/2015 - 13:56

Al governo non sarà,certamente,sfuggito il fatto che negli alberghi sono presenti,oltre che i televisori,anche letti ed arredi sanitari.Perciò delle belle tasse su letti cuscini federe e reti,nonche sui materassi e sui comodini.Per quanto riguarda gli arredi sanitari potranno essere tassati,in funzione del loro uso,previa installazione di un contatore che rilevi sia la presenza di un utilizzatore che la quantità di materiale ivi depositato,sia solido che liquido.Cosa non si farebbe per rilanciare il turismo!!!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 19/09/2015 - 14:10

Non c'è veramente freno all'ingordigia dello stato e quel che è peggio è che questi balzelli vengono imposti beffardamente, uno dietro l'altro, per la stesso "oggetto". Almeno fosse una quota unica...no! Si deve fare riferimento a tre enti diversi, ognuno con la sua tabella e la sua burocrazia, i suoi sportelli, i suoi orari. Allora per UNA televisione si paga il canone speciale RAI, poi i diritti SIAE (per un semplice B&B si va dai 50 € per una radio, 110€ per un lettore cd, 150 per la tv; 450 ( si 450)per lettore Vhs o dvd) ed infine questo nuovo balzello a questa Imaie... tutto ripeto su un singolo apparecchio!

unosolo

Sab, 19/09/2015 - 14:10

ma come dicono che le tasse sono scese e ogni tanto ne esce una nuova ? gli albergatori ci danno internet gratis , SKI , MEDIALUN , film , e il governo le tassa sopra la norma ? per incentivare il turismo ? forse per questo che aumentano la tassa di soggiorno e altre cose che sanno solo gli albergatori , come dire non devi sapere quello che paga il tuo vicino. come i rimborsi dei pensionati , non tutti hanno preso e sai qunti ne hanno fregati ? non hanno messo le cifre al netto proprio per fare quello che volevano con i soldi rubati , ma chi controlla la sentenza della corte ? nessuno neanche i sindacati.

luigi.muzzi

Sab, 19/09/2015 - 14:23

come non si sapesse che questa tassa andrà riversata sugli utenti finali...

cgf

Sab, 19/09/2015 - 14:28

presto reintrodurranno la tasse sui frigoriferi, metteranno quella sul wi-fi (concessione governativa così come per le radio e CB) e non solo per alberghi/hotspot ma anche tutti gli smarphone (il gestore telefonico sa benissimo cosa usate e quindi non potete dire non è vero che ne posseggo uno/due/tre/..), quella sull'ombra data dai balconi (qualche comune sta già pensando di reintrodurla), manca solo il santino obbligatorio con l'effige di Renzi al modico prezzo di 10 euro l'uno, da tenere appeso in casa. Ovviamente il santino ogni anno cambia ed il costo raddoppia, l'anno dopo 20 euro, poi 40....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 19/09/2015 - 14:53

Sono gli stessi ALBERGATORI del Valtellinese che ospita le RISORSE???? Se si allora gli sta bene, chi è causa del suo mal PEDALIIII!!! Pace e bene dal Nicaragua FELIX

beale

Sab, 19/09/2015 - 15:58

invece di affidarsi al lamento degli impotenti,è l'occasione per una razionalizzazione dei servizi d'albergo; niente televisori, niente tasse. si inizi a togliere l'acqua dall'acquario. come ci sono stati i comuni "denuclearizzati" si facciano gli alberghi "detivuzzati" con adeguata campagna di comunicazione ai turisti. Il governo Renzi crede di aver trovato un cespite fiscale ed invece ne perde altri 3: tassa di possesso, siae e fonografici il turista capirà che lo stato considera il turismo "un vizio" come il fumo.se si considera l'indotto: antennisti, elettricisti, riparatori tv ,sky, mediaset, produttori di televisori, venditori, si può generare un danno che richiederebbe un decreto d'urgenza come per il colosseo.

blackbird

Sab, 19/09/2015 - 16:26

Se devono tofgliere IMU e TASI qualcun altro deve pagare. Finito il bancomat acon imprese manifatturiere e banche di "sinistra" memoria, adesso è il turno degli albergatori. In fin dei conti di cosa si lamentano? il Governo gli manda tanti ospiti quanti ne chiedono... Il prossimo anno, che imporranno a tutti di radersi i capelli due volte alla settimana, aumenteranno le tasse ai parrucchieri...

blackbird

Sab, 19/09/2015 - 16:34

@ beale: Bellissima idea! Albergo libero da smog elettromagnetico! Niente TV in camera, niente WiFi, niente radiosveglia. 1 Lampadina a bassa emissione, lenzuola di cotone biologico e letti di legno grezzo. Camere schermate (così niente telefonino). 1 telefono a gettone nella hall e il phon solo nel salone di parrucchiera annesso. L'importante è la pubblicità creativa. Figuratevi sono riusciti a far mangiare le mele con il verme e la ticchiolatura...

montenotte

Sab, 19/09/2015 - 16:41

Possibile che con quello che guadagnano o hanno guadagnato non hanno i mezzi per pagarsi i contributi come i normali lavoratori? Ma fateli morire di fame altro che balzelli per pagargli la pensione.

Palladino

Sab, 19/09/2015 - 16:45

"una forte riduzione della tassazione".

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 19/09/2015 - 17:50

IL VERME NON AVEVA ANNUNCIATO LA RIDUZIONE DELLE TASSE?

steacanessa

Sab, 19/09/2015 - 18:13

Poverini gli attori. Guadagnano tanto poco che non riescono a risparmiare, però hanno un enorme pregio: sono trinariciuti sinistri di merenda. Che schifo!

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 19/09/2015 - 18:15

E qualche PIRLA dice che le tasse sono diminuite! Vero H2SO4 ore 15.38...

ziobeppe1951

Sab, 19/09/2015 - 18:28

Questi papponi di attori fanno la bella vita nell'età lavorativa e la bella vita nell'età della pensione a spese di pantalone capisco perchè danno il voto ai pidioti

rossini

Sab, 19/09/2015 - 20:18

Gli attori e la gente dello spettacolo sono come le cicale. Finché sono sulla cresta dell'onda guadagnano moltissimo e spendono e spandono vivendo nel lusso. Quando inizia il declino, poiché hanno scialato senza mettere niente da parte, pretendono di essere mantenuti da noi formiche. Che vadano a farsi fottere.