Alfano contro la Fedeli: "Via la parola gender dalla legge"

Angelino Alfano, durante l’ultimo consiglio dei ministri, mentre si stava approvando le deleghe alla legge sulla scuola dell'infanzia, ha intrapreso una battaglia contro l'uso del termine “genere" nel testo

Angelino Alfano contro Valeria Fedeli. Il ministro degli Esteri, durante l’ultimo consiglio dei ministri, quando si stava approvando le deleghe alla legge 107 sulla scuola, ha intrapreso una battaglia contro il termine “genere”.

Il leader del Nuovo Cetrodestra, si legge su La Stampa, ha preteso che, nel testo riguardante la riforma della scuola per i bambini da 0 a 6 anni, fosse inserita una formula simile all’articolo 3 della Costituzione al posto della parola “genere”. Nel testo si garantisce che siano date“ai bambini e alle bambine pari opportunità di educazione, istruzione, cura, relazione e gioco, superando disuguaglianze e barriere territoriali, economiche, etniche e culturali”. La Fedeli, negli ultimi giorni, è stata al centro di alcune contestazioni che si sono espresse attraversi dei manifesti alquanto denigratori che hanno invaso le strade di Roma. La ministra è, infatti, prima firmataria del disegno di legge presentato in Senato per inserire il tema “gender” in tutti i programmi scolastici per fermare fenomeni di bullismo o di discriminazione di genere.

Commenti
Ritratto di nordest

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 15/01/2017 - 11:40

La "ministra", laurea-priva, ma punto fermo dell'istruzione italiana per meriti non noti, è attaccata dall'amico "renziano", politicamente finto-indipendente: se si sorride è il minimo. Basta una parola per fare baruffa, che poi rientrerà, senza problemi, nelle "segrete stanze del potere" leopoldino.

VittorioMar

Dom, 15/01/2017 - 11:45

...a che serve ormai??..oggi è solo un PARCHEGGIO in tutti i suoi ORDINI E GRADI!!..la vera scuola era quella che insegnava ad affrontare la vita e i suoi continui esami iniziando dalla quinta elementare per iscriversi alla prima media (FACILI) ma era una preparazione psicologica nel prosieguo degli studi!!...il diplomarsi con media alta e iscrizione Gratis all'UNIVERSITA'!!...un piccolo incentivo a concentrarsi nello studio!!..quella era la MIA SCUOLA..e penso di molti altri ...che NOSTALGIA...!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/01/2017 - 11:49

Finalmente una cosa giusta detta dall'Angelino.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/01/2017 - 11:54

Tutti coloro che diventano ministri dell'istruzione (non sempre delle cime), vogliono lasciare il segno, volendo da subito rivoluzionare la scuola, provocando quasi sempre disastri irreversibili. Difatti vediamo come è conciata ora la scuola e che livello di preparazione (e di educazione) hanno i giovani d'oggi. Forse era meglio fossimo rimasti fermi alcuni decenni fa (prima del 68). Sarebbe stato meglio anche e soprattutto per i ragazzi di oggi.

Luigi Farinelli

Dom, 15/01/2017 - 11:55

Questa volta sono d'accordo con Alfano. Ma sarebbe anche meglio che il Governo venisse negato alle radical femministe e che cominciasse a parlarsi sempre di più (abbattendo il muro dell'ostruzionismo della sinistra) della demenzialità di ideologie imposte dall'alto ma già chiaramente rinnegate da ogni consesso scientifico che operi in maniera corretta e non attraverso l'imposizione di bufale, legittimate attraverso il mainstream mediatico del regime laicista.

Triatec

Dom, 15/01/2017 - 11:55

Una sfigata, come disse Michel Martone ex viceministro del Lavoro, che vuol indottrinare i ragazzi con il tema “gender”. A pensarci bene gli sfigati siamo noi che abbiamo una ministra di questo livello.

Luigi Farinelli

Dom, 15/01/2017 - 12:05

Il gender non è un tentativo per "fermare fenomeni di bullismo e discriminazioni di genere" ma una immonda ideologia progettata dall'ingegneria sociale per creare esseri androgini, funzionali alla futura società del consumismo illimitato; ideologia demenziale e senza alcuna base scientifica ma finalizzata anche alla femminilizzazione del cervello maschile, giustificandola attraverso la truffa sulla violenza di un intero genere (quello maschile) contro il genere femminile, violenza che non trova riscontro su nessun dato statistico VERO (anzi, è proprio il contrario). Queste truffe contro la credulità popolare, imposte attraverso i media mainstream e di sinistra debbono essere denunciate UNIVERSALMENTE e i vati di queste ideologie immonde allontanati dalla possibilità di plagiare il cervello dei bambini.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 15/01/2017 - 12:35

I rapresentanti di questo governo di PIRLA, pensano che governare, sia come suonare una fisarmonica o un (acordeon) come molti di loro chiamano!!! MI CHIEDO SE SIA LORO RIMASTO UN FILO DI RESPONSABILITÀ SULLE MALEFATTE COMMESSE E SULLA MALAPOLITICA DA LORO IMPOSTA NEL GIRO DEGLI ULTIMI ANNI !!! """GENGER= DEGRADO"""!!!

19gig50

Dom, 15/01/2017 - 12:38

Ogni tanto al fano ha dei flash di lucidità...ma, raramente. L'analfabeta cosa aspetta a dimettersi, una mozione di sfiducia no??

piazzapulita52

Dom, 15/01/2017 - 13:01

Che schifo, che schifo! Appena vado in pensione, tra pochissimo, andrò il più lontano possibile da chi ha volutamente distrutto la nostra Patria! Lascerò, con gioia, alfano (con la a volutamente minuscola!) & co. in compagnia dei loro amici clandestini africani!

angelovf

Dom, 15/01/2017 - 13:02

Non ha la laurea, dicono che sia analfabeta, ma sta ancora al suo posto, questa scopa girata sotto sopra, ma a chi aspettano, possibile mai che persone con molte lauree devono essere guidate da questa donna solo perché è una politica, si facesse ixxxxxxe lei ma non toccasse i bambini, con sue leggi depravate, possiblie che in parlamento le persone normali si possono contare sulle dita? Tutti ricchioni o quasi.

angelovf

Dom, 15/01/2017 - 13:04

Ancora non lasci? Vergognati, tu e tutti i difettosi come te.

honhil

Dom, 15/01/2017 - 13:45

La diversamente laureata ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli sta a dimostrare in modo plastico che i titoli accademici Italiani valgono meno della carta straccia e che chi mente va premiato. Nella scuola come nella politica di cui la scuola è l’altra faccia dell’inefficienza.

Iacobellig

Dom, 15/01/2017 - 13:53

INDEGNA DI SEDERE SU POLTRONA DI GOVERNO. MATTARELLA DOVE SEI?

moshe

Dom, 15/01/2017 - 14:30

... via la falsa dal ministero !!!!!

tormalinaner

Dom, 15/01/2017 - 14:38

La Fedeli senza istruzione personale pretende di insegnare ai nostri figli, una farabutta! Ma che vada dal parrucchiere a cambiare colore e pettinatura che sembra una strega, spaventa i bambini e pure gli adulti!

moshe

Dom, 15/01/2017 - 15:15

una menzoniera nonchè una che ha molte idee confuse sulle differenze che esistono tra uomo e donna, messa a capo dell'istruzione in Italia, ma che cavolo di istruzione e di ideali potranno avere i nostri figli !?!?!?

19gig50

Dom, 15/01/2017 - 15:33

"IT" faceva meno paura.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 15/01/2017 - 16:22

Ma siamo sicuri che la fedeli(minuscolo) abbia almeno frequentato le elementari?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 15/01/2017 - 16:31

Giusto via i gender e via pure alfano.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 15/01/2017 - 17:08

la ministra sedicente laureata ma di ogni facolta' mentale privata che all'uscio non si vuole accomodare per a sbrufo continuare a mangiare adesso leccata dal porcospino fiorentino che da dietro le fa ditino

innocentium

Dom, 15/01/2017 - 17:15

ma dove l'hanno trovata?

venco

Dom, 15/01/2017 - 17:56

Che bruttaaa questa finta laureata.

Cheyenne

Dom, 15/01/2017 - 18:09

al-fango fa lo spiritoso con l'ignorantona, ma appena arriva il suo badrone pinocchio se la fa addosso

pilandi

Dom, 15/01/2017 - 18:10

Ratiosemper anche la Lorenzin é laureapriva ed essendo alla sanità può essere anche più dannosa... perché però quella va bene?

pilandi

Dom, 15/01/2017 - 18:12

angelovf lo sai per certo che sono ricchioni? Sono tuoi clienti?

istituto

Dom, 15/01/2017 - 19:23

Ha intrapreso una battaglia contro il GENDER ? Ma se ha approvato con i suoi le UNIONI CIVILI !!

buri

Dom, 15/01/2017 - 22:05

per una volta somo d'accordo con Alfanp

Popi46

Lun, 16/01/2017 - 06:39

@VittorioMar, sono d'accordo con lei, ma ritengo che quella scuola non potrà più risorgere. È stata distrutta dalle fondamenta: chi avrà tanta cultura,apertura mentale,visione complessiva del risultato da raggiungere, chi in sintesi sarà classe dirigente? Quelli usciti dalla qualità di scuola in vigore da 40 anni?Saranno necessarie alcune generazioni.

evuggio

Lun, 16/01/2017 - 10:01

direi : via la Fedeli da un ministero dove il titolo di studio non è un requisito di second'ordine ed il suo non è comunque neppure al livello minimo per ricoprire una qualunque carica pubblica di rilievo.